25.6 C
Napoli
sabato, 22 Giugno 2024
  • Autopromotec 2015: buona la partenza

    Autopromotec, la più specializzata rassegna internazionale delle attrezzature e dell’aftermarket automobilistico, in programma a Bologna dal 20 al 24 maggio 2015, scalda già i motori. Molte, infatti, già le richieste a partecipare pervenute dalle aziende del comparto, che confermano la manifestazione come punto di incontro imprescindibile di tutto l’aftermarket automobilistico degli anni dispari. Entrando nello specifico dei numeri, a oltre 14 mesi dal prossimo appuntamento nel 2015, e ancor prima dell’invio delle domande di partecipazione, gli organizzatori di Autopromotec comunicano che già 400 sono le conferme a oggi con un aumento del 25 per cento rispetto allo stesso periodo del 2012. Di queste, 76 provengono da aziende internazionali, numero già interessante di per sé, Ma ancora più significativo se si considera che le aziende straniere hanno storicamente la tendenza a non inviare le manifestazioni di interesse, ma a procedere direttamente con la prenotazione degli spazi. L’analisi dei primi dati, seppur preliminari, evidenzia già alcune interessanti tendenze: i settori dei ricambi e dei car aervice, così come quelli destinati alle attrezzature per pneumatici e la diagnosi, sono già in fase di esaurimento, malgrado manchi ancora più di un anno alla rassegna 2015. Molte aziende, nuove per Autopromotec, stanno dimostrando interesse nei confronti della fiera bolognese. E, più in generale, gli espositori stanno richiedendo spazi più importanti rispetto al passato, tanto che gli organizzatori non escludono la necessità di aprire liste di attesa in numerosi settori. Renzo Servadei, amministratore delegato di Autopromotec così si pronuncia in merito: “Le ragioni di questa crescita sono molteplici, ne ricordo soltanto due: in primo luogo, molte aziende sono export oriented, e vendono anche l’80% della propria produzione oltre confine, confrontandosi con quelle aree del mondo in forte crescita che tipicamente si dedicano alla produzione low cost ma vengono in Europa per acquisire le tecnologie più avanzate. In secondo luogo, continua la rapida corsa dell’innovazione tecnologica, per motivi normativi, per questioni ambientali e anche per l’evoluzione dei gusti del mercato, basti pensare alla sfida dell’infomobilità che richiede competenze sempre più specifiche e specializzate per la gestione dei sistemi on board. Ma lo stesso vale per tutti i settori dell’aftermarket automotive. Per questo, ma anche grazie alla politica internazionale avviata alcuni anni fa, Autopromotec 2015 rimane il punto di incontro irrinunciabile tra domanda e offerta per il variegato mondo dell’assistenza ai veicoli.”

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie