Ricambi auto

La manutenzione auto è donna

La donna è sempre più attenta alla manutenzione auto. Dopo la nascita di autofficine rosa (un esempio è ‘Only Girls’ di Parigi) l’attenzione e la sensibilità delle donne verso la cura e la riparazione della propria vettura cresce sempre più. Lo dimostra un’indagine commissionata da Midas Italia (rete di assistenza automobilistica multimarca) sul mercato automotive e aftermarket nel primo semestre 2016. Lo screening mette in mostra una crescita di quote rosa tra gli automobilisti. Ma soprattutto tra i clienti di officine meccaniche.

Donne e officina

Il 76,9 per cento degli automobilisti che si rivolgono ad un'autofficina sono uomini e il 23,1 per cento donne. Una quota che evidenzia una crescita costante nell’ultimo quinquennio. Inoltre, a differenza dell’universo maschile,  il target femminile è più giovane (25-34 anni). La percentuale di quota rosa sale, poi, al 31 per cento (dato allineato alla media europa) se si considera il numero di donne proprietarie di un autoveicolo e ben il 40 per cento sui nuovi acquirenti. "Le donne - spiega Maurizio Bramezza, marketing communication & Purchasing Manager di Midas Italia - sono molto attente alla sicurezza alla guida. Ecco perché sempre di più si occupano in prima persona della manutenzione dell'auto e si rivolgono direttamente ad un meccanico". 

L’importanza della manutenzione

Va detto che in Italia, complice anche un miglioramento del quadro economico, la domanda di autoriparazione è aumentata nell’ultimo periodo. E la manutenzione, su un parco auto circolante di cui la metà ha più di 10 anni, riveste un ruolo importante per la sicurezza stradale. Tra gli interventi più gettonati: i problemi meccanici (58,41%).

 

Commenta