13.5 C
Napoli
lunedì, 22 Aprile 2024
  • Aftermarket ed elettrificazione: la mission di Volkswagen

    L'aumento dei veicoli elettrici aiuterà i servizi post-vendita delle apparecchiature originali ad aumentare considerevolmente i risultati della CasaElettrificazione ed aftermarket. E’ il doppio binario su cui corre l’impegno e l’operato del  Gruppo Volkswagen. “In vista della trasformazione verso la mobilità elettrica e la digitalizzazione, stiamo lavorando duramente per garantire che rimanga tale anche in futuro”, annuncia Christian Dahlheim, capo delle vendite del gruppo. Come riporta il quotidiano economico e finanziario InvestireOggi: “Volkswagen prevede che la sua flotta di automobili su strade globali crescerà della metà a 150 milioni di veicoli entro il 2030, di cui si prevede che il 10-15 percento sarà elettrificato. Dahlheim afferma che questa impennata nella sua flotta di veicoli stradali aiuterà più che a compensare i lavori di riparazione persi dai veicoli elettrici e aiuterà i servizi post-vendita delle apparecchiature originali ad aumentare considerevolmente i suoi risultati”. Intanto il Gruppo punta sugli accumulatori. Ed investe circa 900 milioni di euro in attività riguardanti le batterie con Northvolt AB. Parte della somma è destinata a una joint venture con il produttore svedese di celle batteria, un’ulteriore parte andrà direttamente a Northvolt AB. A sua volta, il Gruppo Volkswagen acquisirà circa il 20 per cento delle sue quote e avrà un posto nel Consiglio di Amministrazione, con riserva di approvazione da parte delle Autorità antitrust. Inoltre, nel corso dell’anno è pianificata una joint venture al 50 per cento per istituire uno stabilimento di celle batteria da 16 GWh in Europa. Si prevede di costruire la fabbrica in Bassa Sassonia (a Salzgitter), se i requisiti sono soddisfatti, con inizio dei lavori nel 2020.

    Articolo precedente
    Articolo successivo

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie