10.2 C
Napoli
giovedì, 18 Aprile 2024
  • Mille Miglia, storia infinita

    Una parata che, incredibilmente, rimane identica a se stessa ogni anno, senza novità e senza scossoni, a parte il susseguirsi di nomi più o meno noti. Il percorso infatti deve essere per forza sempre quello, e ovviamente anche le macchine che per regolamento devono essere “ante 1957 e con un passato agonistico” sono sempre le stesse, in una sorta di storia infinita che ormai va avanti da 23 anni. Nemmeno i gravi incidenti stradali riescono a fermare la passione per questa gara.

    Però, come se si trattasse della prima volta che succede, anche quest’anno sul classico Brescia-Roma-Brescia dal 19 al 21 maggio ci sarà un delirio di folla. Va dato atto però agli organizzatori di cercare sempre qualche spunto diverso, nell’ambito dell’immarcescibile formula: così quest’anno il tema dominante sarà la celebrazione del 50/mo anniversario del record assoluto della corsa stabilito da Stirling Moss e Denis Jenkinson che, con una Mercedes 300SLR, nel maggio del 1955 percorsero la Mille Miglia in sole 10h, 7′ e 48″ alla strabiliante media 157,65 Km/h. E il 19 maggio, Stirling Moss sarà ancora al via a Brescia, sempre a bordo della stessa auto e con l’ex pilota di Formula 1 Jochen Mass alposto di Jenkinson, morto 5 anni fa.

    Proprio la 300SLR di Moss è uno dei gioielli concesse dalle case automobilistiche di tutto il mondo: al termine dell’edizione 2005 della Mille Miglia, il bolide da oltre 300 cavalli tornerà nel Museo Mercedes di Stoccarda e non ne uscirà più. Ma sono molti i prezzi pregiati in gara guidati da 375 equipaggi ammessi dopo una dura selezione: sono state 780 le domande di iscrizione arrivate agli organizzatori da 35 diverse nazioni e anche quest’anno è stato necessario un lungo lavoro per decidere chi fossero i partecipanti della 23/a edizione.

    Dal Museo Mobile Tradition della Bmw, uscirà la 328 berlinetta touring che vinse l’edizione del 1940, mentre saranno sei le auto provenienti dal Museo Alfa Romeo, compresa la 1750 GS guidata da Jackie Ickx e la Zagato 8C 2300, auto personale di Tazio Nuvolari con la quale il pilota mantovano vinse a Le Mans nel 1933. Ben 45 le Ferrari in gara mentre sette saranno le auto della OM, casa bresciana che farà gli onori di casa dando il via alla gara. Un’assoluta novità è la Autobleu 750, auto francese che non si vedeva da oltre 30anni, mentre 3 sono le Isetta iscritte al via.

    Al volante delle auto storiche più belle del mondo, rigorosamente costruite tra il 1927 e il 1957, ci saranno personalità dell’industria e della finanza (dal Presidente di Hopa Emilio Gnutti a quello della Bentley Franz Josef Pagen), piloti professionisti (Moss, Ickx e Miki Biasion), nobili (Prinz Anton Von Liechtenstein e il Principe di Baviera Leopold Von Bayern), oltre a tanti appassionati e collezionisti amanti della Mille Miglia. Anche quest’anno la corsa toccherà metropoli e paesini, campagne e montagne lungo i 1600 Km divisi nelle consuete tre tappe e 38 prove cronometrate.

    Da Brescia, sipartirà alle 20 di giovedì 19 maggio per arrivare a Ferrara nella notte. Il giorno dopo partenza alle 8 dalla città estense per arrivare in Piazza Navona a Roma dopo aver superato il Terminillo e infine ritorno a Brescia in un solo giorno, lungo tutta la Toscana e l’Emilia.

    Articolo pubblicato sul sito kataweb.it in data 03/05/05

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie