23.3 C
Napoli
venerdì, 24 Maggio 2024
  • Auto usate: le truffe più comuni

    Auto usate: le truffe più comuni

    Auto usate, spesso sono particolarmente convenienti, perché già nel primo anno di vita, consentono di “risparmiare” l’IVA sul nuovo.

    Ma non sempre tutto ciò che è esposto, corrisponde alla realtà, anzi, quando si compra un’auto usata, bisogna fare attenzione e non commettere grossolani errori.

    Auto usate: attenzione al pagamento anticipato

    • Richiesta di pagamento anticipato – Falsi venditori pubblicano annunci di vendite di auto usate che realmente sembrano degli affari. Il cliente viene indotto a versare un anticipo per bloccare l’auto, la quale si trova in un “luogo remoto e custodito”. La richiesta di denaro viene effettuata prima della consegna dell’auto, una volta riscossa la somma, spariscono nel nulla.
    • Siti web di false concessionarie – Vengono creati dai truffatori, falsi siti web, che mostrano offerte interessanti. Il cliente contatta il venditore, il quale chiede loro di pagare un anticipo. Quando un affare sembra essere troppo bello per essere vero, la fregatura è dietro l’angolo.
    • Auto importate – Anche se il veicolo è stato importato 5 o 8 anni prima, spesso il venditore omette che la vettura provenga da un paese estero. Importare un’auto è economico e facile, ma occorre fare attenzione perché durante le transazioni transfrontaliere è più facile manomettere il chilometraggio e nascondere eventuali danni e/o incidenti.
    • Marketplace Facebook – Un mondo sconfinato dove ogni utente può vendere auto e pezzi di ricambio. Anche in caso si pubblicizzino, vendite di set di pneumatici o kit di tuning, viene richiesto il pagamento anticipato. Meglio inviare denaro dopo aver visto di persona i prodotti.
    • Contachilometri taroccato – Per aumentare artificialmente il valore di un veicolo la prassi dello scaricare il contachilometri è molto diffusa. Sui veicoli nuovi è più difficile, su quelli di 10 – 15 anni fa, è un gioco da ragazzi.
    • Falsi report sullo storico dei veicoli – Se i report sullo storico dei veicoli sono già stampati, meglio chiederne uno nuovo, stampato al momento. Prima di un acquisto, ogni acquirente farebbe bene a controllare lo storico dell’auto e a generare in autonomia il report.
    • Ex auto a noleggio e taxi – Le auto utilizzate nel car sharing o come servizio taxi, sono soggette a una maggiore usura per via dell’elevato chilometraggio. Soprattutto quelle utilizzate nello sharing, spesso sono “trattate” non con le dovute attenzioni, partenze a freddo e marce tirate o frenate continue, inevitabilmente incidono sulla durata e affidabilità del veicolo.

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie