22.4 C
Napoli
mercoledì, 22 Maggio 2024
  • Batterie affidabili per Renault Clio: scopri la nostra selezione

    Batterie affidabili per Renault Clio: scopri la nostra selezione

    Partiamo dal presupposto che la batteria di una macchina garantisce l’energia necessaria per far partire il motore.

    Inoltre, alimenta gli impianti di bordo quando l’alternatore non funziona o a motore spento. Ogni batteria ha una durata massima di servizio, oltre la quale bisogna procedere al cambio. Gli elementi chimici contenuti all’interno tendono sempre a degradarsi e più passa il tempo, più la carica non viene mantenuta e si rischia di rimanere in panne.
    Cambiare la batteria non è così semplice.

    Come capire se la batteria dell’auto è da sostituire

    Capire quando è il momento di sostituire la batteria dell’auto può prevenire inconvenienti come difficoltà di avviamento o guasti imprevisti. Ecco alcuni segnali chiave da monitorare:

    • Avviamento lento: se noti che il motore dell’auto fatica a girare o avvia più lentamente del solito, potrebbe essere un segnale che la batteria sta perdendo capacità.
    • Segnali di avvertimento sul cruscotto: molti veicoli moderni hanno indicatori sul cruscotto che si accendono quando c’è un problema con la batteria o il sistema di carica.
    • Età della batteria: la vita media di una batteria per auto è tra i 3 e i 5 anni. Se la tua batteria si avvicina o supera questo intervallo, è prudente farla testare e considerare una sostituzione.
    • Corrosione sui terminali: la presenza di una sostanza bianca o verde sui terminali della batteria può indicare corrosione, che impedisce un corretto flusso di corrente.
    • Variazioni di tensione: una batteria che non riesce a mantenere una tensione stabile può manifestare problemi come luci che si affievoliscono o problemi elettronici intermittenti.
    • Gonfiore o deformazione della custodia della batteria: Un case gonfio o deformato è un segnale di malfunzionamento interno, spesso causato da un calore eccessivo.

    Se riscontri uno o più di questi problemi, è consigliabile fare controllare la batteria da un professionista e sostituirla se necessario per garantire che il tuo veicolo sia affidabile e pronto all’uso.

    La scelta della batteria per la Renault Clio

    Per quel che riguarda la Renault Clio, la scelta della batteria da utilizzare è abbastanza chiara se si consulta il manuale del costruttore; ma al netto della marca, una errata manodopera può provocare danni soprattutto dopo lo stacco e riattacco della stessa.

    È un lavoro, infatti, che in molti eseguono anche “fai da te”, senza però considerare eventuali pericoli che si celano dietro quello che, solo apparentemente, sembra essere una semplice operazione di routine. Può capitare che al riavvio dell’auto ci si ritrova con una batteria perfettamente efficiente ma, contestualmente, alla presenza di altri problemi, alle volte assai limitanti.

    Guida alla sostituzione della batteria Renault Clio

    Le vetture di moderna concezione hanno sistemi elettronici – elettromeccanici, molto sensibili agli sbalzi o all’assenza di tensione per un certo periodo di tempo.
    Vediamo quindi proprio la Renault Clio.

    È bene sapere che sui veicoli senza Start-Stop e con impianto a GPL le batterie sono di tipo ad acido libero, Viceversa sono di tipo a piombo “rinforzato” con valvole sugli elementi di tipo AGM. Anche dette “di tipo VRLA”.

    Nella Renault Clio la batteria si trova a destra del compartimento del motore. Per rimuoverla, bisogna svitare la placca di sostegno con una chiave a bussola. Togliere la placca di sostegno.

    Non iniziare mai staccando il polo positivo, perché tutta l’auto è ancora connessa al negativo e potrebbero generarsi delle scintille pericolose per la rete elettrica dell’auto.
    Dopo aver tolto il dado di fissaggio del morsetto negativo, assicurarsi che il cavo stia ben staccato, per evitare che per sbaglio si riconnetta alla batteria. Potrebbe infatti danneggiare il circuito elettrico dell’auto. Sollevare la copertura rossa di plastica, poi, con gli stessi attrezzi, rimuovere il morsetto positivo della batteria (e il tubo del vapore acido, se la batteria ne ha uno). Adesso è possibile togliere la batteria.

    A questo punto è consigliabile grattare l’interno dei morsetti con carta vetrata per togliere lo strato di ossido bianco ed evitare avarie sul lungo periodo. Inserire la nuova batteria e cospargere i morsetti con grasso ramato per migliorare il contatto con i cavi e contemporaneamente limitarne l’ossidazione. Rimettere a posto prima il morsetto positivo e stringere il dado. Poi quello negativo, spingendolo bene in fondo e bloccandolo con la chiave a bussola. Rimettere a posto la placca di sostegno della batteria e stringere con la chiave a bussola. Infine, ricollegare il tubo di aspirazione dei vapori acidi.

    Come prolungare la durata della batteria dell’auto

    La durata media di una batteria di qualità è di circa quattro anni. Ci sono però dei fattori che possono accorciarne la durata. Tra i principali elementi che incidono, vi è l’utilizzo dell’auto. Se la si usa intensamente – come nel caso di lunghi viaggi o carichi pesanti), la batteria sarà sottoposta a maggiori sforzi e sollecitazioni e pertanto potrebbe diminuire le sue aspettative di vita. Allo stesso tempo utilizzare frequentemente gli accessori elettrici (radio, luci, climatizzatore, etc.), richiede un utilizzo più intenso della batteria.

    Tra le condizioni esterne che possono influire sulla durata della batteria dell’auto, figurano il clima e il luogo in cui viene conservata. Infatti, le temperature esterne, soprattutto quelle eccessivamente calde o eccessivamente fredde, possono influire sulla batteria, ridimensionandone la durata. In verità, è più il caldo che il freddo a far soffrire la batteria della macchina, perché il calore incrementa la rapidità con la quale l’acqua evapora dalle celle, mentre temperature più rigide determinano problemi di avviamento, svelando tuttavia difetti e anomalie che sono iniziate durante la stagione calda.

    Per tutta questa serie di motivi, è molto importante considerare la qualità di questi dispositivi. Infatti, le batterie di alta qualità sono costruite con materiali migliori e vantano una maggiore capacità di resistenza agli sbalzi di temperatura e agli sforzi prolungati. Questo significa che batterie di alta qualità garantiscono notoriamente una maggiore durata delle stesse.

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie