Green

Auto elettriche in Italia: dati ancora bassi, le immatricolazioni sono pari allo 0,66%

I veicoli elettrici in Italia sembrano essere ancora pochi, lo dimostra un’analisi svolta da Facile.it basata sui dati ACI. Infatti nel 2018 le auto elettriche ed ibride immatricolate in Italia erano circa 256.000 pari allo 0,66 per cento del totale parco auto circolante. I dati cambiano in meglio se, oltre alle auto elettriche ed ibride, consideriamo anche quelle a GPL e metano. Con queste ultime si arriva a 3,6 milioni di veicoli, ovvero il 9,3 per cento del totale parco auto circolante. Parliamo sempre più spesso di mobilità sostenibile, ma il percorso per il raggiungimento di risultati ottimali sembra ancora molto lungo e lento, ma facendo un passo indietro e guardando la situazione in maniera più ampia ci rendiamo conto che dal 2015 al 2018 la crescita è stata del 130 per cento.

Nel dettaglio invece, possiamo focalizzarci sull’andamento e le percentuali delle singole regioni.

Ad esempio, se ipotizziamo una classifica, al primo posto possiamo trovare la Lombardia dove a dicembre 2018 si contavano più di 73.000 veicoli tra elettrici ed ibridi, a seguire il Trentino-Alto Adige a coprire l’1,12 per cento dei veicoli con alimentazione ad energia, chiude il podio l’Emilia Romagna con 1,03 per cento seguita subito dopo da Veneto e Lazio.

All’ultimo posto troviamo la Campania con lo 0,13 per cento, a salire la Basilicata e la Calabria. Questo accade perché la presenza di colonnine elettriche di ricarica è molto bassa.

E dunque, facendo una macroanalisi, possiamo notare come gli automobilisti residenti nel Nord Est e nel Centro Italia siano più sensibili alle tematiche relative alla mobilità sostenibile, al Sud le percentuali scendono drasticamente. 

«Dal punto di vista dell’RC auto non vi sono norme che vincolano le compagnie a riconoscere tariffe agevolate per coloro che hanno un veicolo elettrico o ibrido», afferma Diego Palano, responsabile assicurazioni di Facile.it «Nonostante questo, però, va evidenziato che alcune assicurazioni utilizzano il tema della sostenibilità come leva di marketing e, in funzione di questo, riconoscono delle agevolazioni riservate a coloro che guidano un’automobile green; si tratta molto spesso di sconti che in alcuni casi possono arrivare ad incidere sino al 20% sul premio finale».

Costanza Tagliamonte

Commenta