Ricambi auto

Comunicare con i veicoli a guida autonoma?

Che le auto siano in grado di svolgere sempre più compiti in autonomia, diventando poco a poco dei robot mobili, è ormai fuori discussione. Tuttavia, i cambiamenti non interesseranno soltanto il settore automobilistico, ma anche le condizioni generali del traffico.

E’ per questo motivo che gli esperti del dipartimento Group Research and Futurology di Mercedes-Benz non si limitano ad approfondire gli aspetti tecnici correlati allo sviluppo delle vetture a guida autonoma. Ma si riuniscono nel Mercedes-Benz Future Talk insieme a linguisti ed esperti di ricerca in robotica, al fine di esaminare altri importanti aspetti: come comunicheremo in futuro con le vetture a guida autonoma? Una vettura a guida autonoma è in grado di ‘fare un cenno’ ad un pedone sulla strada? La vettura sta parlando a me o alla persona al mio fianco? E cosa si intende in questo caso per ‘parlare’? Saremo costretti ad imparare la grammatica dei robot oppure è la vettura che dovrà essere in grado di capirci? Come può essere sviluppato questo linguaggio? Dovrebbe essere intuitivo o artificiale?

“Il traffico del futuro diventerà sempre più interattivo, e non mi riferisco soltanto alla connettività dei veicoli”, spiega  il professore Herbert Kohler, responsabile Group Research and Sustainability e Chief Environmental Officer di Daimler AG. “Siamo convinti  - conclude -che il nostro compito primario sia quello di mettere in strada vetture a guida autonoma considerandole non solo come una conquista tecnologica, ma anche come parte integrante dell’idea del traffico del futuro. In questa prospettiva, gli aspetti sociali rivestono almeno la stessa importanza dei sensori all’interno della vettura”.

Commenta