23.3 C
Napoli
venerdì, 24 Maggio 2024
  • MANN-FILTER amplia la sua offerta di filtri per essiccatori

    MANN-FILTER amplia la sua offerta di filtri per essiccatori

    MANN-FILTER amplia la sua gamma di filtri per essiccatori d’aria.

    Filtri che sono utilizzati quando i sistemi di aria compressa richiedono una protezione affidabile, la MANN-FILTER ha sviluppato un nuovo modello di filtri per essiccatori che sarà disponibile a partire da maggio 2024.

    Una cartuccia adatta a tutte le applicazioni con bassi requisiti di aria compressa, così Jorg Schommel, Senior Range Manager per il settore Automotive Aftermarket di MANN+HUMMEL, spiega la novità firmata MANN-FILTER.

    Durante le lunghe percorrenze, l’aria compressa consumata è minima, ciò significa che l’abrasione del compressore è ridotta e anche il tracciamento dell’olio è minimo.

    MANN-FILTER: quattro cartucce per essiccatori d’aria di alta qualità

    Una versione bianca utilizzata per le esigenze base di essiccazione dell’aria, una nera per prestazioni ottimali di essiccazione, una cartuccia argentata con filtro a coalescenza per una migliore protezione del sistema contro le goccioline d’olio nocive e una versione premunì dorata con stadio di essiccazione aggiuntivo e separazione dell’olio ottimizzata per una protezione ottimale nelle condizioni operative più difficili.

    La nostra cartuccia di base è adatta a tutte le applicazioni con bassi requisiti di aria compressa”, spiega Jörg Schömmel, Senior Range Manager per il settore Automotive Aftermarket di MANN+HUMMEL. “Offre una soluzione ottimale per il funzionamento continuo a lungo raggio, dove l’aria compressa secca è importante. L’aria compressa consumata durante le lunghe percorrenze è minima, il che significa che l’abrasione del compressore è ridotta e quindi il trascinamento dell’olio è minimo. Di conseguenza, i “maratoneti” hanno bisogno solo di aria secca, per cui la soluzione di base a basso costo è del tutto adeguata. Per il processo di essiccazione, la nostra nuova cartuccia di essiccazione dell’aria bianca è dotata di un potente schermo molecolare”, spiega Schömmel.

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie