Fiere ed eventi

Come promuovere la qualità originale dei componenti?

La distribuzione e la diffusione di autoricambi non originali è una piaga che, in Italia, raggiunge un giro d’affari superiore ai 13 miliardi di euro e che, soprattutto, mette a rischio la sicurezza del veicolo, ledendo parallelamente chi nel settore aftermarket opera in maniera sana e pulita. Mercoledì 17 febbraio FTS, distributore specializzato in componenti di alto contenuto tecnologico e valore, da sempre sostenitore e promotore della qualità originale nell’aftermarket, insieme ad Honeywell-Garrett, brand mondiale nella tecnologia applicata ai turbocompressori, organizzano un workshop presso la sede di Alba. Tema centrale del briefing a cui prenderanno parte anche esponenti istituzionali del mondo parlamentare e della Regione Piemonte: far conoscere le rispettive soluzioni innovative, visioni e ragioni per supportare la qualità originale dei componenti non solo intesa come durata e affidabilità. Ma soprattutto per il forte impatto che ha nei moderni mezzi di trasporto e nel più ampio concetto di qualità delle condizioni ambientali e di vita. “Il danno che può generare un pezzo di ricambio non originale montato su una vettura – spiega Giorgio Moffa, Amministratore Delegato di FTS – non solo inficia il livello di sicurezza alla guida ma impatta negativamente anche sull’ambiente”. “Se ad esempio pensiamo – continua – al turbocompressore, universo produttivo a cui siamo legati, va tenuto in considerazione che questo componente nasce insieme al motore attraverso un processo meccanico ed elettronio evoluto e sofisticato che si adegua allo stile di guida dell’automobilista. Se si toglie questa componentistica, dunque il suo iter di genesi, vengono a mancare tutti quei parametri che fanno la differenza tra una vettura Euro 0 ed Euro 6 con ripercussioni anche sul fronte ambientale”. “Aspetto – conclude l’Ad Moffa – a cui teniamo molto perché è necessario e di estrema importanza preservare la qualità dell’habitat che ci circonda. Fondamentale è, pertanto, effettuare riparazioni con componenti originali”. Nel summit di Alba, la Honeywell presenterà la propria visione del mercato globale ed europeo con riferimento alle opportunità e sfide per l’aftermarket indipendente derivanti dalle norme sull’omologazione dei componenti dei veicoli, dei prodotti copiati e contraffatti e presenterà la propria gamma di prodotti disponibili per rispondere alle richieste del mercato europeo: un universo ampio e diversificato con un parco circolante sempre più datato.

 

Gli interventi

Qualificato il parterre di interventi che relazioneranno durante l'incontro. Parteciperanno Giorgio Moffa, AD di FTS SpA, Alberto Cirio, deputato al Parlamento Europeo e membro della Commissione Ambiente, Sanità Pubblica e Sicurezza Alimentare, Francesco Balocco, assessore ai Trasporti della Regione Piemonte, Clemente de Valon, direttore di Global Aftermarket Honeywell Turbo Technologies, Fabio Pellegrini, coordinatore Gruppo Prodotto Anfia,  Paolo Saluto, Osservatorio di Mercato IAM del Politecnico di Torino, Fabrizio Premuti, presidente nazionale Konsumer Italia, Mariangela Viglino, responsabile Divisione Turbo della FTS.

Commenta