10.2 C
Napoli
giovedì, 18 Aprile 2024
  • Il Motor Show di Bologna torna al gran completo

    Il Motor Show 2010 si farà e dopo un’edizione 2009 in tono minore a causa delle difficoltà economiche di molte Case automobilistiche, per il 2010 tornerà ad essere l’appuntamento motoristico italiano più importante dell’anno. Lo ha annunciato l’organizzatore GL Events, che non ha ancora svelato il programma e l’elenco ufficiale dei partecipanti, confermando però che dal 4 al 12 dicembre a Bologna ci sarà "la quasi totalità delle quote del mercato automobilistico italiano".

    Sarà quindi "un’edizione premium" secondo gli organizzatori, che faticano a nascondere l’entusiasmo e sono ancora al lavoro per convincere gli ultimi brand che starebbero ancora valutando il ritorno nei padiglioni di Bologna Fiere, fra i quali spicca il nome della Honda. La manifestazione sarà presentata ufficialmente a ottobre inoltrato, ma nel frattempo è stata già svelata la locandina dell’edizione 2010 che raffigura il cofano di un’auto sportiva da cui si intravede, dietro il sipario, un motore siglato "MS35", sigla che significa "Motor Show, 35esima edizione" accompagnato da un claim beneagurante: "there’s no show like".

    Secondo un’indagine eseguita dalla Doxa su un campione rappresentativo di persone, il 9% degli italiani adulti – cioè circa 4 milioni e 700.000 persone – è propenso a visitare il prossimo Motor Show di Bologna. Dall’inchiesta emergono altri dati interessanti, in particolare il 58% degli italiani (30 milioni di persone) ha dichiarato di conoscere il Motor Show e il 7% (3,5 milioni) lo ha visitato negli ultimi 4 anni. Molto alta è poi la quota degli italiani che in generale ritiene utile visitare il Motor Show in previsione dell’acquisto di una nuova auto: si tratta del 38%, pari a circa 20 milioni di individui. Alta anche la propensione ad acquistare autovetture entro il 2011: si dichiara infatti propenso all’acquisto – anche senza incentivi statali – il 10% degli intervistati (pari a 5.193.000 persone), mentre se vi fossero nuovi incentivi la quota dei propensi salirebbe al 16% (8.309.000 persone).

    09/09/2010
    OmniAuto.it

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie