Interviste

E’ di Sofinn Italia il primo marketplace del mondo autoricambi

DI STEFANO BELFIORE

Il mondo dei ricambi automotive si appresta a vivere una rivoluzione. E forse è già in atto. Nasce Aftermarket.it: il primo marketplace italiano  funzionale ad incrementare la visibilità su internet di tutte le aziende del settore che intendono vendere on line. Il progetto porta la firma di Sofinn Italia: software house che, da più di 20 anni, opera nel comparto aftermarket con soluzioni e servizi ad elevato contenuto tecnologico sia nell’ambito dei software gestionali che nell’habitat web-based. L’azienda partenopea, reduce dal successo di Automechanika Francoforte dove ha già raccolto importanti feedback positivi sull’ultimo prodotto nato in casa Sofinn, è alla vigilia di un altro importante appuntamento: il Parts Aftermarket Congress in calendario a Baveno il prossimo 16 e 17 ottobre. L’evento, qualificato luogo d’incontro di chi opera nel mondo della distribuzione dei ricambi, sarà l’occasione per presentare, anche qui, il marketplace che “mette in comunicazione virtuosa – spiega Raffaele Improta (nella foto), direttore commerciale di Sofinn  -  i venditori professionali con milioni di potenziali acquirenti, offrendo nuove opportunità di vendita alle aziende del settore”“A vendere -  evidenzia – saranno direttamente i nostri clienti, senza l’aggravio di onerose commissioni. Una grande opportunità per chi fruisce della piattaforma con lo scopo di aumentare il suo business e la sua immagine”.

 

Direttore Improta, Sofinn Italia si appresta a partecipare, in qualità di silver sponsor,  al Parts Aftermarket Congress di Baveno. Quali saranno le novità che presenterete in questo importante evento?

Accenderemo i riflettori su Aftermarket.it. Il primo marketplace specifico per il settore ricambi automotive che abbiamo studiato e realizzato per incrementare la visibilità su internet di tutte le aziende del settore che intendono vendere on line.
 

Può spiegarci le caratteristiche ed i vantaggi di questo marketplace?

In sostanza, mette in comunicazione i venditori professionali con milioni di potenziali acquirenti, offrendo nuove opportunità di vendita alle aziende del settore ricambi automotive. Dunque,  un canale strategico per vendere i propri ricambi. Ma anche il più vantaggioso su cui acquistarli. Il nuovo servizio rappresenta, quindi, un punto di riferimento per tutti i potenziali clienti di ricambi automotive che potranno cercare ed acquistare il componente desiderato tra ricambi meccanici, carrozzeria, accessori, pneumatici, ricambi d’epoca, overstock, ricambi obsoleti e tanto altro ancora. Il vantaggio competitivo risiede nel fatto che a vendere sono direttamente i nostri clienti, senza l’aggravio di onerose commissioni nel processo di vendita. Pertanto, è davvero un’ottima opportunità per chi fruisce della piattaforma. Ma c’e di più.

 

Continui…

Aftermarket.it è perfettamente integrato con le soluzioni B2C, Inforicambi e SirJ, semplificando ulteriormente la pubblicazione delle offerte da parte delle aziende che scelgono le opportunità del nuovo servizio. Il marketplace offre nuovi vantaggi anche per gli utenti. Trovare i prodotti su aftermarket.it è molto semplice. Basta filtrare le offerte, per veicolo, codice, categoria e prezzo, individuare il prodotto desiderato e salvare la ricerca nella wishlist.

 

Sembra una soluzione che rivoluzionerà il mondo dei ricambi. E’ stata anche presentata all’ultima edizione di Automechanika Francoforte dove avete preso parte?

Si. Abbiamo reso noto questa novità anche alla fiera di Francoforte dove il risultato ottenuto è stato eccellente. Abbiamo incontrato, nel nostro stand aziendale, tantissimi operatori a cui abbiamo illustrato tutte le nostre novità. Oltre ad Aftermarket.it, abbiamo presentato anche la nuova banca dati Inforicambi che si rafforza ulteriormente con l’integrazione con Quattro Ruote Professional in grado, ad esempio, di poter fare una ricerca per targa. In più, il nuovo layout del nostro B2B e le nuove caratteristiche di “Sir J”. Applicativo, nato in ambiente web, per condividere al meglio le informazioni tra i vari collaboratori  e filiali, oltre che con entità esterne come consulenti o agenti.
 

Tanti nuovi servizi che confermano la vocazione aziendale nel garantire soluzioni d’avanguardia al comparto aftermarket. Ora, guardando all’anno che sta per concludersi, che mete si vogliono raggiungere?

Siamo una realtà d’impresa in crescita e continuiamo ad investire in innovazione e tecnologia perché rappresentano fattori essenziali che fanno la differenza in termini competitivi. Contiamo di chiudere l’anno con un bilancio più che positivo. E questo lo dobbiamo al nostro know-how lavorativo formato da un team di seri professionisti preparati e capaci di raccogliere sfide sempre più avvincenti.

Commenta