18.7 C
Napoli
sabato, 18 Maggio 2024
  • Marzo negativo per il mercato auto in Italia

    Ancora in calo le immatricolazioni di autovetture in Italia anche per il mese di Marzo: è questo il dato rilevato dal Centro Studi Promotor .  

    Il calo stimabile nella misura del 9,6% è particolarmente significativo in un mese che solitamente vede registrare il picco delle immatricolazioni.

    Secondo il Centro Studi Promotor sono diverse le motivazioni alla base del calo: in primis il clima da recessione che caratterizza l'economia italiana.

    Altro fattore rilevante è lo stop ai superammortamenti per le auto utilizzate come beni strumentali nel 2019.  

    Grave gap è legato agli eco-incentivi lanciati dal Governo e che non hanno ancora avuti i propri frutti per una serie di adempimenti burocratici che hanno reso pari a 0 il numero di immatricolazioni.

    Alla luce del dato di Marzo dunque il primo trimestre del 2019 fa registrare un calo del 6,5% con prospettive globali negative.

    Il dato consuntivo è vicino alla previsione effettuata dal Centro Studi Promoter in fase preventiva nella sua conferenza stampa di fine 2018 che aveva ipotizzato per il 2019 un volume di immatricolazioni di circa 1.800.000 unità .

    Una possibile salvagente arriva dall'età media alta del parco auto italiano che dovrebbe in ogni caso esser causa di nuove immatricolazioni.

    Il mercato italiano si dimostra dunque non semplice per i produttori auto: una nuova sfida e nuove politiche sembrano opportune soprattutto in ottica recessione industriale.

    Marco Lasala 

    Articolo precedente
    Articolo successivo

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie