Ricambi auto

Prestazioni, design ed elettronica

Grazie all’esperienza accumulata negli anni sulle piste di tutto il mondo, Brembo ha perfezionato un impianto frenante in grado si offrire prestazioni superiori con l’impiego della meccatronica e un’estetica accattivante. Un prodotto in linea con le caratteristiche di performance, design ed elettronica che caratterizzano l’ultima nata del Cavallino, rivolta a un mercato estremamente esigente e in continua evoluzione. Brembo fornisce l’intero impianto frenante della nuova 8 cilindri, che la Casa di Maranello ha sviluppato con prestazioni da pista, utilizzabile anche su strada dal pilota meno esperto.
 

Prestazioni al top per l’impianto frenante a prova di 670 CV

La prima caratteristica dell’impianto frenante di una vettura da 670 CV sono le prestazioni, vale a dire sia potenza frenante sia leggerezza, che si traducono in un eccezionale comportamento dinamico del veicolo durante la marcia e in un notevole comfort di guida. Dati gli elevati carichi generati dalla pressione dei pistoni sulle pastiglie, per garantire massima rigidità e minor deformazione, le pinze sono monoblocco, vengono cioè lavorate partendo da un unico blocco di alluminio fuso. Il loro design innovativo si traduce, principalmente in una sensibile riduzione dei pesi delle masse non sospese  e in un miglior feeling sul pedale, con assorbimenti ottimizzati. Le pinze, sia anteriori sia posteriori, hanno pistoni con diversi diametri per garantire un’usura uniforme della pastiglia, che altrimenti si consumerebbero più velocemente sullo spigolo d’ingresso del disco.  I dischi freno Brembo CCM, in materiale ceramico composito, consentono una riduzione del peso del 50% rispetto ai dischi in ghisa, che, anche per questo componente, si traduce in una riduzione del peso delle masse non sospese del veicolo.  Anche le pastiglie sono state realizzate da Brembo e il loro materiale di attrito è una miscela di elementi organici appositamente dosata per garantire la miglior prestazione della frenata con i dischi Brembo CCM.

 

Un freno scultura che completa un gioiello di design

I tratti distintivi del sistema frenante della 488 GTB sono frutto di un design asciutto ed essenziale, che si estrinseca soprattutto nell’estetica decisamente aperta e scavata della pinza freno e che si coniuga perfettamente con l’estetica ricercata e filante della vettura.

 

Cura dei dettagli e del design significa anche perfetta simmetria tra pinza posteriore e anteriore. Anche se la pinza anteriore è a sei pistoni e quella posteriore è a 4 pistoni e integra il freno di stazionamento elettrico, i due componenti sono visivamente identici, donando un senso di maggior equilibrio e simmetria all’intera vettura.  Infine, i dischi freno Brembo CCM, già vincitori del premio Compasso d’Oro, conferiscono alla 488 GTB un ulteriore tocco di ricercatezza estetica, anche grazie alla loro particolare texture.

 

Più elettronica al servizio del guidatore, anche nei freni

La pinza posteriore è caratterizzata dalla presenza del freno di stazionamento elettrico integrato: una soluzione sviluppata da Brembo e che coniuga le tradizionali competenze meccaniche con le emergenti funzionalità elettroniche, in un una pinza ad alto contenuto di meccatronica.  Brembo ha realizzato la centralina elettronica di comando e il software di controllo che governa il freno di stazionamento, integrandole in un unico componente.

 

CARTA D’IDENTITA’

Nome: Brembo SpA

Ambito: impianti frenanti a disco per veicoli

Area d’affari: 16 Paesi di 3 Continenti

Stabilimenti: 22

Organico lavorativo:7.241 unità (dii queste, circa il 10% sono ingegneri e specialisti di prodotto che lavorano nella ricerca e sviluppo)

Marchi: Brembo, Breco, AP, Bybre, Marchesini, Sabelt e opera anche attraverso il brand AP

Commenta