Ricambi auto

Knorr-Bremse investe 80 milioni di euro in un nuovo centro di test e sviluppo

Knorr-Bremse costruirà, presso la sede aziendale principale di Monaco di Baviera, un modernissimo centro di test e sviluppo con circa cento banchi di prova per i sistemi frenanti. L’impresa, produttore mondiale di sistemi frenanti per veicoli commerciali e ferroviari, investirà circa 80 milioni di euro nell’ampliamento della propria posizione sul mercato quale leader tecnologico mondiale in fatto di sistemi frenanti per i veicoli commerciali e ferroviari. Nel nuovo centro verranno riuniti nel gruppo i settori di test e sviluppo delle due divisioni dell’impresa: i sistemi per veicoli ferroviari e i sistemi per veicoli commerciali. Su una superficie edificata di circa 17mila metri quadrati (con circa 100 banchi di prova per il collaudo tecnico e la garanzia di qualità dei componenti dei sistemi frenanti e dei relativi sottosistemi) nasceranno dei moderni posti di lavoro per un massimo di 350 ingegneri e tecnici altamente specializzati.

Nel processo di sviluppo dei sistemi frenanti, la preparazione degli esperimenti gioca un ruolo fondamentale. Più precisamente, nei singoli esperimenti è possibile distinguere tra diversi tipi di sistemi di prova e test: accanto ai numerosi banchi di prova del funzionamento ed ai banchi di prova della durata, per i test di sollecitazione dei sistemi frenanti e dei loro materiali, si trovano anche quattro banchi di prova dell’attrito a massa centrifuga. Su un banco di prova dell’attrito a massa centrifuga è possibile simulare delle frenate complete per di testare in condizioni estreme i dischi dei freni per i veicoli commerciali rispetto alla deformazione e alla resistenza alla fessurazione.

Inoltre, nei banchi di prova per i sistemi, gli specialisti possono simulare il comportamento frenate di treni merci completi con una lunghezza di oltre 100 carrozze. Ad esempio, sui banchi di prova del settore ferroviario, è possibile anche ricreare per i relativi compiti di test e di prova i diversi standard di tecnologia frenante in vigore in Europa occidentale, Usa e Russia.

Commenta