Ricambi auto

Il nuovo disco Xtra made in Brembo

Una foratura specifica, che combina l’accattivante effetto estetico, unita a una verniciatura UV che permette un comportamento brillante ed efficace in ogni condizione di frenata. E’ in sintesi l’equazione di fattori che contraddistingue l’imprinting del nuovo disco Brembo Xtra. La neo gamma, disponibile in aftermarket, è stata presentata lunedì 26 ottobre presso il quartier generale di Stezzano, in provincia di Bergamo. “Un upgrade di prodotto – spiega  Marco Moretti, direttore Marketing AfterMarket di Brembo – pensato per un pubblico giovane appassionato di auto e che è attento alla manutenzione del proprio veicolo”“La gamma Xtra selezionata, che incarna un dna performante e sicuro (frutto dei numerosi e scrupolosi test fatti in azienda)  – continua -  copre circa il 45-50 per cento del parco circolante europeo ed ha l’obiettivo di penetrare con successo nel mercato della distribuzione specialistica”“Prevediamo – annuncia Moretti – un lancio iniziale di 50 codici per poi arrivare ad una gamma di 200 unità alle fine del 2016”.

 

Caratteristiche

La nuova gamma Brembo Xtra, sviluppata dal reparto R&D di Brembo sulla base dell’esperienza con le più prestigiose case auto e con il mondo delle competizioni, presenta una soluzione con fori sulla fascia frenante, che apporta un notevole miglioramento alle prestazioni dell’impianto.

 

Maggior grip

La presenza dei fori sul disco freno è garanzia di maggior grip e di una risposta sicuramente più pronta ed efficace dell’impianto frenante. La superficie dei fori infatti garantisce, specie nelle fasi inziali della frenata, una resa migliore, grazie a un più elevato coefficiente di attrito.

 

Pulizia e rinnovamento della pastiglia

I fori producono un effetto “raschiante”, che pulisce la superficie della pastiglia da pericolosi depositi di materiale, evitando anche che piccoli residui di materiale ferroso, provenienti dall’usura del disco freno, possano sedimentarsi nel materiale di attrito della pastiglia.

 

Prestazioni superiori sul bagnato

La foratura consente anche di interrompere il velo d’acqua che può depositarsi sulla superficie frenante. Per questo, anche in caso di guida sul bagnato, l’impianto risponde in modo efficace già alla prima frenata a vantaggio dell’uniformità di comportamento in ogni condizione atmosferica.

 

Massimo attrito anche alle massime sollecitazioni

Ad alte temperature di esercizio, la combustione delle resine che compongono la pastiglia, genera dei gas che possono causare il fenomeno del fading, riducendo il coefficiente d’attrito tra pastiglia e disco. La presenza di fori consente una rapida espulsione di tali gas, ripristinando rapidamente le condizioni ottimali di frenata.

 

Raffreddamento dell’impianto frenante

La presenza dei fori comporta un miglioramento delle capacità di dissipazione di calore del disco e della pastiglia, per effetto della maggior circolazione dell’aria, con un miglioramento delle performance dell’intero impianto frenante.  

Naturalmente, per la nuova gamma Brembo Xtra, speciale attenzione è stata dedicata anche alla perfetta conformità ai requisiti più severi di resistenza e di durata. Per ottenere un prodotto performante e soprattutto sicuro, la fase di progettazione e di produzione di questi dischi è fondamentale. Durante la fase di progettazione, i tecnici Brembo hanno studiato per ciascun disco specifico, il numero, la dimensione, la forma e la posizione di ogni foro.  In seguito, i dischi Brembo Xtra hanno superato tutti i test al banco dinamometrico e su strada per garantire sempre e in ogni condizione di guida le massime prestazioni e per soddisfare tutti i requisiti di sicurezza e di resistenza richiesti dalle case costruttrici.

 

Stefano Belfiore

 

 

CARTA D’IDENTITA’

Company: Brembo SpA

Anno di nascita: 1961

Sede Madre: Stezzano – BG Italia

Struttura:4 laboratori di ricerca, 19 siti industriali, 25 uffici commerciali

Business Unit:auto & truck (dischi freno), auto e truck (sistemi frenanti), moto (dischi freno e sistemi frenanti ruote), aftermarket (componentistica sistema frenante), performance (impianti da competizione e componentistica tuning e ruote moto)

Dipendenti: 7690 (dato al 31.12.2014)

Fatturato: € 1.803,3 milioni (dato al 31.12.2014)

Ambito produttivo: sistemi frenanti e suoi componenti

Marchi del Gruppo: Brembo, Breco, AP, Bybre, Marchesini e opera anche attraverso il marchio AP Racing

Mercato geografico: worldwide

 
Commenta