Ricambi auto

Hella aumenta vendita ed utili

Più che positivo il bilancio dell’anno fiscale 2014/2015 per Hella KGaA Hueck & Co: uno dei principali fornitori a livello mondiale di tecnologia di illuminazione e di prodotti elettronici per l'industria automobilistica. L’azienda ha ulteriormente accelerato il suo ritmo rispetto a il secondo trimestre. Questo è stato anche possibile grazie ad effetti valutari. Le vendite del Gruppo nel corso dei primi nove mesi di questo anno fiscale sono aumentate di circa il 7 per cento su base annua a 4.218 milioni di euro (anno precedente: 3944 milioni di euro), conquistando ulteriormente terreno così sul mercato automobilistico mondiale. Il risultato operativo rettificato rispetto allo stesso periodo è cresciuto di circa il 14% raggiungendo i 309 milioni di euro (periodo dell'anno precedente: 271 milioni di euro). 

 

Forte impulso nel settore automotive


Gli sviluppi di Hella nel terzo trimestre fanno seguito al percorso di crescita pianificati nei trimestri precedenti. Con la divisione Hella Automotive ritorna nuovamente ad essere il driver dalle prestazioni decisive. Oltre alla ripresa del mercato generale in Europa occidentale, il settore ha beneficiato in particolare del forte posizionamento Hella rispetto agli Oem premium tedeschi e dell'avvio di nuovi progetti con tecnologie led di alta qualità e componenti elettronici. In nove mesi le vendite automotive si sono incrementate del 8,3% raggiungendo i 3,4 miliardi di euro (anno precedente: 3,1 miliardi di euro). La crescita esterna (senza le vendite intra-aziendali) è stata del 10%.

 

Aftermarket Business più stabile


Il settore aftermarket ha recuperato rispetto ad un primo semestre debole. Ha incrementato le vendite del 7 per cento rispetto al trimestre nei tre mesi fino a febbraio. Il fattore decisivo è stato lo slancio positivo del business dei grandi distributori e delle officine nel Nord ed Est Europa. Nel corso dei primi nove mesi dell'anno, l'azienda ha incrementato le vendite del 0,6% su base annua a 861 milioni di euro.

 

Ancora venti contrari per il settore delle applicazioni speciali


La domanda persistentemente lenta del settore agricolo ha pesato ancora sui risultati del business delle applicazioni speciali. Alcuni clienti chiave hanno significativamente ridimensionato la produzione anche a causa della crisi Ucraina e in nove mesi le vendite sono diminuite del 11 per cento fino a 225 milioni di euro.

Commenta