25.7 C
Napoli
sabato, 13 Aprile 2024
  • Passaggio da GPL o Metano

    Novità positive per gli automobilisti decisi a trasformare la propria vettura alimentata in maniera “classica” in una più economica e pulita a GPL o metano: con il nuovo “decreto legge per lo sviluppo” gli incentivi saranno estesi a tutte le autovetture.

    Una modifica alla vecchia norma che praticamente riservava tale privilegio alla vetture Euro 1 ed Euro 2, escludendo quindi tutti i veicoli che rispettavano le norme Euro 0, 3, 4 e 5, finora rimasti stranamente e senza alcuna ragione valida fuori dai contributi.

     

    In questo modo qualsiasi automobilista che volesse far installare un impianto a GPL o a metano sulla propria vettura, indistintamente dalle direttive cui essa corrisponde, avrà il diritto di accedere ai contributi statali che hanno un valore di 500 euro per chi fa installare un impianto a GPL e di 650 euro per chi passa al metano.

    Una novità voluta fortemente dall’ UNRAE, cioè l’associazione nazionale dei costruttori di auto esteri, che ha sempre “impugnato” la precedente normativa che discriminava una grande parte di autombilisti riguardo il diritto agli incentivi.

    Adesso tutti potranno invece beneficiarne e non è una novità di poco conto, dato che queste somme incidono con un risparmio del 30% circa sul costo di un impianto, cosa che spesso può anche essere decisiva sulla scelta finale sul fare o meno il passaggio che ogni automobilista fa.

    Articolo precedente
    Articolo successivo

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie