10.2 C
Napoli
giovedì, 18 Aprile 2024
  • La nuova dimensione Lorett

    Un modo diverso di concepire il luogo di lavoro. Un modo diverso di vivere la quotidianità lavorativa. Una serata per illustrare e presentare il nuovo concept ai clienti, ai collaboratori, a chi da tempo interagisce con Lorett ed è stato testimone di una crescita costante, culminata nella realizzazione della nuova sede. L’inaugurazione del nuovo stabilimento di Pianezza (TO) è un punto di arrivo per l’azienda torinese, capace di diventare negli anni un nome di punta nella produzione, tra l’altro, di tendicinghia e kit distribuzione, ma allo stesso tempo è anche il punto di partenza per il raggiungimento di nuovi stimolanti traguardi.

    LO SPECCHIO DELL’AZIENDA

    Il 3 luglio scorso erano in 500 ad affollare la nuova sede Lorett, trasformata per una sera in una perfetta location dove sushi, brindisi e balli hanno fatto da cornice a un evento organizzato in grande stile dalle due padrone di casa, le titolari di Lorett, Laura e Lorella Orselli. Il nuovo stabilimento, fortemente voluto dalla proprietà, rappresenta un punto di svolta nella storia della Lorett. è lo specchio della visione del business della proprietà: la cura dei particolari e l’attenzione alla qualità dei prodotti e dei servizi. Una realtà accogliente in cui partner commerciali e lo staff Lorett possono incontrarsi e portare avanti i progetti di crescita in un ambiente stimolante.

    MAGGIORI SPAZI, MIGLIORE SERVIZIO

    Il nuovo stabilimento di 5.200 m2 si distingue per essere più ampio del precedente, con un magazzino più capiente e una parte di produzione strutturata, con un controllo dei prodotti ancora più approfondito, dall’accettazione fino alla referenza in uscita. Come già ci avevano anticipato nei mesi scorsi Marco Riccardino e Davide Chiodero, rispettivamente responsabile marketing e responsabile commerciale Italia, il nuovo impianto ha lo scopo di ottimizzare le fasi di lavorazione e velocizzare i tempi di consegna, grazie a un magazzino più organizzato e a un maggiore spazio per poter gestire il materiale. Lo stabilimento va inoltre incontro alle nuove esigenze di Lorett di maggiore produzione, in maniera direttamente proporzionale all’incremento costante dei fatturati.

    LE NOVITÀ DELLA NUOVA SEDE

    Ma in cosa eccelle la nuova sede Lorett, la cui logistica è stata affidata a Francesco Nacci? Oltre all’incremento dello spazio disponibile, e alla già citata ottimizzazione del layout dell’area produttiva e del magazzino (rinnovato anche nella logica di disposizione dei prodotti), trovano spazio nuovi macchinari e attrezzature in produzione, una nuova sala metrologia/prove/qualità con nuovo banco prova per test sui prodotti. Per poter raccogliere poi le sfide del prossimo futuro con mezzi adeguati, a testimonianza della lungimiranza con cui si è proceduto alla progettazione della nuova sede, è stata realizzata una nuova ampia sala conferenze per incontri e sessioni di formazione; anche in questa sala, come del resto in tutti gli ambienti del nuovo stabilimento, ogni particolare è stato curato con finiture di pregio, dalla scrivania ai divani, dalle scale alle finestre.
    Una sede che potrebbe tranquillamente ospitare lo show room di qualche maison d’alta moda, e al cui interno fa capolino un piccolo cortile, un’oasi di verde che ricorda il classico cavaedium della domus romana. Un lavoro certosino e originale, nato da un progetto sviluppatosi nel 2006 e affidato all’architetto Walter Camagna. Ciliegina sulla torta della serata, l’accompagnamento musicale del gruppo “Joe Dibrutto”, la cui musica disco anni ’70 si sposava perfettamente con lo spirito della serata, in cui si è potuto apprezzare la forza del progetto Lorett in un clima conviviale e frizzante.


    Articolo di Marco Ugliano pubblicato su Notiziario Motoristico (settembre 2009)

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie