Lavoro ed Economia

Furti auto 2012, trend in crescita: se ne rubano 316 al giorno

Dopo anni in cui si sono registrati meno furti d’auto, nel 2012 si inverte la tendenza con un aumento rispetto all’anno precedente. Campania, Lazio e Sicilia le regioni più a rischio. Roma, Napoli e Milano le province. Le piccole di casa Fiat le auto più rubate. Come difendersi? Col satellitare che consente, rispetto alla media nazionale, un minor rischio furto e una percentuale di veicoli recuperati più alta del doppio. Sono questi i risultati principali che emergono dall’ottava edizione della guida alla sicurezza stradale promossa da Viasat Group.


I FURTI D’AUTO


Secondo gli ultimi dati disponibili della direzione centrale della Polizia Criminale, nel 2012 ci sono state 115.451 autovetture rubate (9.620 al mese, 316 al giorno, oltre 13 l’ora) con oltre 2mila auto rubate il più rispetto all’anno precedente, quando i furti erano stati 113.360. I cittadini della Campania (22.350 auto rubate), del Lazio (20.663) e della Sicilia (16.453) sono i più colpiti. Seguono quelli della Lombardia (16.017) e della Puglia (14.981). Regioni in controtendenza, in cui cioè si sono verificati meno furti rispetto all’anno precedente, sono l’Emilia Romagna (3.178 furti auto), la Liguria (1.050), il Piemonte (6.412), il Trentino (564), la Sardegna (1.744). Roma (18.951 auto rubate), Napoli (17.155) e Milano (9.815) le province più a rischio. Bari con quasi 6 mila furti è quella più colpita in Puglia- Così come Catania in Sicilia (8.720) e Torino (5.427) in Piemonte, Cagliari (1.087) in Sardegna.

 

LE AUTOVETTURE PIU’ RICERCATE


Le autovetture in assoluto più “ricercate” continuano ad essere quelle di casa Fiat di medio-piccola cilindrata: Fiat Panda (11.004 auto sottratte), Fiat Punto (10.116), Fiat Uno (5.854) e la Cinquecento (5.837), anche se rispetto al circolante è la gamma medio-alta la più rubata. Le utilitarie, in genere, vengono rubate per farne un uso temporaneo: per commettere reati (rapine o furti) o per la vendita dei pezzi di ricambio. Quelle più pregiate invece spariscono generalmente “su commissione”, o per essere rivendute all’estero.


LE AUTO RITROVATE


Sul fronte recuperi, nel 2012 si sono ritrovate 49.572 auto (il 42,9% del totale). Emilia Romagna, Friuli, Sicilia, Toscana, Calabria, Basilicata sono le regioni che su questo campo hanno registrato un trend migliore rispetto all’anno precedente. “Proprio sul tema recuperi delle auto rubate – si legge nella guida alla dicurezza di Viasat – si sono registrati notevoli passi avanti grazie, da un lato, all’affinamento delle tecniche investigazione delle Forze dell’Ordine, dall’altro alla sempre maggiore diffusione della tecnologia satellitare. L’istallazione di dispositivi di sicurezza satellitare consente, rispetto alla media nazionale, un minore rischio furto ed una percentuale di veicoli recuperati alta più del doppio (81%). In caso di allarme, infatti, la centrale operativa Viasat attiva le Forze dell’Ordine in meno di 120 secondi consentendo spesso il recupero dell’auto nei primi 28 minuti dall’avvenuto furto”.
 

Commenta