Ricambi auto

Oli e additivi per motori by Liqui Moly piacciono all’Italia

L'anno scorso lo specialista tedesco di oli e additivi per motori Liqui Moly ha aumentato il suo fatturato raggiungendo un nuovo valore record: 441 milioni di euro, 20 milioni di euro in più rispetto all'anno precedente. Questa crescita si è verificata nonostante il contesto difficile in alcuni mercati chiave. A questo ha contribuito l'aumento di fatturato del 26 per cento in Italia. “Ma più del fatturato aumentato per me è ancora più importante la crescita dei dipendenti” dice Ernst Prost, amministratore delegato di Liqui Moly. Infatti, l'anno scorso il numero di dipendenti è aumentato di 35 persone, raggiungendo un totale di 731 dipendenti. E altri 16 dipendenti sono già stati assunti nei primi due mesi di quest'anno.
Il fatto che il fatturato sia aumentato 'solo' del 5 per cento deriva principalmente da due fattori. Da un lato l'impresa punta maggiormente su una crescita qualitativa. “Un fatturato che non fa guadagnare è un fatturato che vale poco”, dichiara Prost. E dall'altro lato, con la Russia ha ceduto proprio il mercato estero più importante di Liqui Moly. Fin dalla primavera, il rublo debole ha rincarato i prodotti dell'area dell'euro di oltre il 50 per cento, e la crisi economica in Russia ha ulteriormente smorzato la richiesta. A questo si sono aggiunte le continue turbolenze in mercati di sbocco forti in passato, come l'Ucraina. Questo passivo ha comunque potuto essere compensato da altri paesi. In Italia il fatturato è cresciuto del 26 per cento. Quindi, il nostro Paese non è solo fra i mercati più importanti dell’Europa. Ma anche tra quelli in forte crescita. L’attività in Germania e Austria invece si è sviluppata in modo sorprendentemente elevato. Nonostante la posizione di mercato comunque già forte, in questi Paesi il fatturato è cresciuto addirittura del 7 per cento.

 

 

 

CARTA D’IDENTITA’

Company: Liqui Moly GmbH

Sede: Ulma (Germania meridionale)

Ambito: lubrificanti

Prodotti: oli per motori, additivi, prodotti per la cura dell’auto e di servizio

Mercato geografico: Germania ed altri 110 Paesi

Commenta