15.3 C
Napoli
giovedì, 22 Febbraio 2024
  • Ricostruire per Riparare ad Autopromotec

    Presenterà le Sentinelle del Territorio, il Libro della solidarietà, gli Aperitivi solidali e i Premi alla carriera per l'autoriparazioneRicostruire per Riparare, iniziativa degli autoriparatori italiani per aiutare i colleghi colpiti da calamità naturali, sarà ad Autopromotecon uno stand al padiglione 29, offerto dall’organizzazione del salone bolognese. L’iniziativa, nata da un gruppo di carrozzieri ma dedicata a tutto il mondo dell’autoriparazione, ha iniziato a operare con i recenti terremoti del Centro Italia, dove ha aiutato diversi operatori del settore a far ripartire l’azienda e riprendere l’attività. La partecipazione ad Autopromotec intende sottolineare i risultati sinora raggiunti, cui è dedicata una piccola mostra fotografica, e raccogliere nuovi partner per l’iniziativa. In particolare, a Bologna sarà lanciata la rete delle Sentinelle del Territorio, che ambisce a raccogliere almeno un aderente per provincia. Compito di ogni Sentinella sarà segnalare alla segreteria centrale i colleghi colpiti da alluvioni, terremoti e altre catastrofi naturali in modo da attivare la rete di solidarietà. “Costruire una rete – spiega Renato Gallo, uno dei fondatori di Ricostruire per Riparare – non significa soltanto raccogliere fondi o beni materiali, ma anche organizzare temporanei passaggi di consegne personale e commesse di lavoro per permettere all’azienda colpita di proseguire con il lavoro e ai suoi dipendenti di non perdere il posto”. Il Libro della solidarietà raccoglierà i contatti e le proposte delle Sentinelle e di tutti gli amici dell’iniziativa che vorranno collaborare o semplicemente essere informati sulle attività di Ricostruire per Riparare. Durante i primi quattro giorni del salone, a partire dalle 11.30, Ricostruire per Riparare riproporrà gli aperitivi solidali. L’iniziativa, già lanciata a Torino in occasione di Automotoretrò-Automotoracing, salone dei veicoli d’epoca, da collezione e competizione, consiste in un buffet di specialità del territorio italiano, aperto a chiunque voglia lasciare un contributo libero. La totalità dei fondi raccolti (i costi del catering sono coperti dagli sponsor) andrà a incrementare i fondi per gli autoriparatori sinistrati. Dal giugno 2021, in ottemperanza alla nuova regolamentazione nazionale delle attività non lucrative, un nuovo ETS (Ente di Terzo Settore) prenderà il posto del Comitato promotore Ricostruire per Riparare, proseguendone e ampliandone le attività mantenendone ovviamente l’assenza di scopi di lucro e l’impostazione di iniziativa di autoriparatori per autoriparatori.

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie