Ricambi Truck

Hella Pagid amplia la gamma dei prodotti per veicoli commerciali leggeri

Distributori e officine potranno beneficiare di un ambio portafoglio prodotti di Hella Pagid: dalle parti d’usura all’idraulica frenante Hella Pagid rafforza la gamma dei prodotti dedicati ai veicoli commerciali leggeri. 

Lo specialista di sistemi frenanti, con sede a Essen, offre come fornitore di gamme complete, più di 14.000 codici per il frenante destinati ad autovetture e commerciali leggeri. L’azienda ha di recente ampliato ulteriormente la propria gamma di parti d’usura e di idraulica frenante per i veicoli commerciali leggeri arrivando oggi a un totale di 3.614 articoli, equivalenti a circa un quarto del portafoglio totale.  Hella Pagid offre oggi più di 700 pastiglie freno, circa 600 dischi freno e oltre 560 pinze freno sviluppati specificamente per i veicoli commerciali leggeri.. A causa delle alte percorrenze, dell’elevato peso complessivo e della velocità, che può arrivare fino a 170km/h, i ricambi per i veicoli commerciali leggeri devono avere un’alta capacità di carico e anche una lunga durata. Per questo motivo, la maggior parte dei dischi freno di Hella Pagid per i veicoli commerciali leggeri è realizzata in ghisa grigia ad alto contenuto di carbonio e, come tale, ha un contenuto di carbonio significativamente più elevato rispetto a quello dei normali dischi freno in ghisa grigia. Questo dà luogo a una veloce dissipazione del calore e a un’ottima capacità di frenata anche nelle situazioni più estreme. In abbinamento con i ceppi freno di Hella Pagid, progettati specificamente per i veicoli commerciali leggeri, ne risulta una bassa usura malgrado le elevate prestazioni di frenata. Al fine di garantire queste proprietà, una pastiglia freno, durante il suo sviluppo, viene sottoposta a test fino a 300.000 km e a circa 1.000 ore di test al banco, superando di gran lunga quanto richiesto dalla normativa ECE R 90. Il know-how acquisito nel primo equipaggiamento è travasato in ogni pastiglia freno di Hella Pagid presente nel mercato del ricambio, giustificando la forza del marchio nel settore

Commenta