10.9 C
Napoli
giovedì, 18 Aprile 2024
  • Novità Bosch al 75mo Motorshow di Ginevra 2005

    Si chiama “Predictive Brake Assist” il nuovo sistema di sicurezza attiva di Bosch, che contribuisce a prevenire gli incidenti automobilistici o a ridurne la gravità, e che sarà montato per la prima volta a livello mondiale sulla Audi A6 come funzione supplementare dell’Adaptive Cruise Control (ACC).

    Il “Predictive Brake Assist” di Bosch infatti agisce in caso di incidente imminente predisponendo il sistema frenante ad una frenata di emergenza. Senza che il guidatore ne sia consapevole, il Predictive Brake Assist interviene avvicinando le pastiglie ai dischi come precauzione e ponendo l’assistente idraulico di frenata in uno stato di “allerta”. Se il guidatore frena, otterrà la migliore reazione possibile con valori di decelerazione ottimi, nonché il minore spazio di frenata possibile.

    “Circa un terzo di tutti gli incidenti automobilistici sono causati da impatti con altri veicoli o ostacoli presenti sulla carreggiata – commenta Massimo Guarini, Amministratore Delegato di R. Bosch – Anche in situazioni di traffico critiche, soltanto un terzo dei guidatori interviene con una frenata a fondo; la maggior parte degli automobilisti risulta quindi essere troppo esitante. In questi casi il sistema Predictive Brake Assist interviene e aiuta a prevenire, in larga misura, gli incidenti e a ridurne le conseguenze”. In un’ulteriore fase di sviluppo, il sistema genererà anche una frenata di emergenza automatica con la massima decelerazione della vettura nel caso in cui l’impatto sia inevitabile.

    Ulteriori novità da parte dell’Azienda tedesca anche per quanto riguarda il Common Rail: nel 2005 nove nuovi motori di quattro Case automobilistiche saranno equipaggiati di serie con l’innovativo sistema ad iniettori “inline” di Bosch, il cosiddetto Common Rail di “terza generazione”. Infatti sulla scorta di Audi e Volkswagen anche i motori diesel di Mercedes-Benz e Renault monteranno il nuovo sistema di iniezione di Bosch, che garantisce maggiore potenza e silenziosità dei motori diesel, minori consumi e riduce le emissioni inquinanti fino al 20%. “Ciò significa che i nostri sistemi Common Rail di terza generazione saranno praticamente adatti a tutte le classi di veicoli e motorizzazioni” commenta ancora Massimo Guarini “E per il futuro stiamo studiando soluzioni che prevedono pressioni di iniezione ancora maggiori”.

    Nel 2004, il Gruppo Bosch ha registrato un aumento di fatturato del +10% raggiungendo i 40 miliardi di Euro. L’investimento in Ricerca e Sviluppo è aumentato a circa tre miliardi di euro.

    Articolo pubblicato sul sito bosch.it in data 01/03/05

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie