25.6 C
Napoli
sabato, 22 Giugno 2024
  • Misurare coppia residua freno, soluzione per i malfunzionamenti

    Perché misurare coppia residua freno?

    Nel caso di rumori provenienti dalle ruote misurare coppia residua freno può essere il primo passo per trovare la soluzione a questo inconveniente, non grave ma fastidioso. La maggior parte delle officine ha sperimentato la situazione nella quale un automobilista arriva lamentandosi di fastidiosi cigolii provenienti dal sistema frenante. Per trovare la causa una delle prime cose da fare è misurare coppia residua freno dato che un ritorno non perfetto delle pastiglie le farebbe strisciare sul disco creando rumori e suoni fastidiosi. In effetti se l’impianto frenante generi rumore senza pressione sul pedale del freno, la ragione può consistere nel fatto che il materiale d’attrito non “ritorna” correttamente, rimanendo a contatto con il disco del freno e generando quindi cigolii fastidiosi che solitamente hanno alta frequenza. Facendo un giro di collaudo si può provare a premere leggermente il pedale del freno: se il cigolio cessa allora è molto probabile che il rumore venga dal sistema frenante. Anche una prova sul banco a rulli può servire a identificare la provenienza del rumore, dato che lo si potrà udire distintamente.

    Come misurare coppia residua freno

    Il passo successivo sarà sollevare la vettura con il ponte e far girare le ruote a mano: esse si muovono liberamente o qualcuna manifesta difficoltà a ruotare? In caso affermativo occorrerà misurare coppia residua freno della ruota che oppone resistenza durante la rotazione. Per misurare la coppia residua freno occorre accedere al dado che vincola il mozzo e usare una chiave dinamometrica per farlo ruotare. Il procedimento prevede il posizionare la chiave dinamometrica sul dado dell’asse e e il lento azionamento della chiave dinamometrica fino a quando la ruota inizia a girare. A questo punto si legge il valore della coppia necessaria a far girare la ruota e lo si confronta con le informazioni del produttore del veicolo: se la coppia misurata è superiore al massimo ammissibile allora è molto probabile che le pastiglie non ritornino efficacemente.

    Dalla misura della coppia residua freno all’eliminazione dell’inconveniente

    Se la coppia residua freno è troppo alta, occorrerà smontare le pastiglie del freno e pulire tutte le superfici di contatto delle pastiglie, sul supporto del freno e sulle pinze, con una spazzola di ferro ed un pulitore specifico per freni. A seconda degli impianti occorrerà verificare i perni guida delle pinze flottanti mentre i pistonciniandranno esaminati sia per cercare segni di corrosione sia per verificare che il loro scorrimento sia fluido e senza resistenza. Allo stesso modo andranno verificate le  condizioni di tutte le coperture antipolvere. È anche importante controllare che le pastiglie freno siano state installate correttamente. In conformità con le prescrizioni del produttore del veicolo, si andrà ad applicare un sottile strato di lubrificante specifico sulle superfici di contatto tra pastiglie e supporto e/o tra pastiglie e le molle di fermo delle pastiglie stesse. È da ricordare che il lubrificante non va applicato su molle di fermo rivestite di gomma, dato che questo influirebbe sulle proprietà insonorizzanti del rivestimento gommato. Una volta rimontate le pastiglie si potrà controllare nuovamente la coppia residua freno e, se i valori sono ritornati normali, effettuare un altro collaudo su strada per completare la lavorazione.

    A cura di Nicodemo Angì 

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie