16.7 C
Napoli
mercoledì, 28 Febbraio 2024
  • MAN TGX 18.520: record nei consumi

    Man TGX 18.520

    Il track Man TGX 18.520 ha convinto la stampa nazionale ed estera percorrendo oltre 4 km con un litro.

    Due settimane di test, sei i giornalisti italiani coinvolti, quattro polacchi e ben 2 mila km di test partendo da Milano verso Bologna, da Genova e Savona attraverso il Turchino o il Passo dei Giovi per poi salire al tunnel del Monte Bianco, in diversi contesti e situazioni di guida, con condizioni meteo più disparate che hanno caratterizzato l’arrivo dell’autunno dove frequenti piogge hanno anche interrotto la circolazione su diversi tratti autostradali, il nuovo MAN TGX 18.520 ha confermato di essere un camion efficiente e parco nei consumi.

    Un track che ha affrontato come quotidianamente fanno tanti trasportatori, la vita di tutti i giorni, un test che ha confermato come i 4 km/l siano una media di percorrenza realistica e non solo da laboratorio.

    Il MAN TGX 18.520 è dotato di un motore D26 Euro 6e

    Ha un cuore potente, un propulsore omologato Euro 6e capace di sprigionare una potenza massima di 520 cavalli, presenti diverse appendici aerodinamiche all’esterno della cabina per massimizzare l’efficienza, il TGX 18.520 ha un peso totale di poco inferiore alle 44 tonnellate ed è dotato di telecamere esterne MAN OptiView che sostituiscono i tradizionali specchi retrovisori.

    A distanza di 3 anni dal suo lancio la nuova generazione di autocarri MAN alza nuovamente l’asticella nel segmento, diventando un riferimento per l’intero settore.

    Le prestazioni ottenute nei test di queste settimane – ha affermato Alessandro Smania, Direttore Marketing & Comunicazione di MAN Truck & Bus Italia -, per quanto sbalorditive non ci sorprendono. Non sono il casuale risultato del classico colpo di fortuna, ma nascono dalla combinazione di diversi fattori su cui abbiamo lavorato sodo negli ultimi anni. Dall’affinamento della catena cinematica fino al perfezionamento di tutti i sistemi di ausilio alla guida, dalla ricerca continua in galleria del vento fino allo studio e definizione dei singoli materiali, ogni area sensibile è stata oggetto dei nostri sforzi. Il tutto senza dimenticare il ruolo cruciale dell’autista che da un lato deve essere messo nelle condizioni migliori per svolgere la sua attività e dall’altro deve ricevere una corretta formazione per poter sfruttare al meglio tutto il potenziale di questo incredibile mezzo“.

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie