Automotive

Volkswagen Golf: in arrivo una nuova versione con tante novità

Restyling in vista per la Volkswagen Golf. La settima generazione della berlina della casa di Wolfsburg è stata infatti sottoposta ad un rinnovamento ed è pronta a tornare sul mercato (da marzo su quello italiano) con una nuova versione.

In attesa del lancio dell’ottava generazione della Golf, previsto per il 2020, Volkswagen ha quindi optato per uno svecchiamento della settima edizione, commercializzata a partire dalla fine del 2012. Non c’era bisogno di una rivoluzione alla luce del fatto che la Golf è risultata, una volta di più, tra le auto più vendute al mondo nel 2016, classificandosi terza con ben 859.845 unità vendute  (con un calo dell’8,2 per cento rispetto all’anno precedente) e mantenendo la leadership a livello europeo.

Questi elementi hanno spinto a non rivoluzionare un modello già vincente ma ad applicare solo una serie di correttivi ed aggiornamenti per cercare di riguadagnare la quota di mercato persa negli ultimi 12 mesi. Le novità vanno in diverse direzioni. Per quanto riguarda la parte esterna dell’auto, i cambiamenti sono minimi e riguardano la presenza di un nuovo paraurti, una nuova calandra, nuovi fanali (adesso sono full led di serie) ed inediti cerchi in lega da 17 pollici. Dal punto di vista motoristico, accanto al piccolo tre cilindri 1.0 TSI e dei diesel 1.6 o 2.0 TDI, la novità è rappresentata dal nuovo motore, un quattro cilindri turbo benzina da 1.5 litri in grado di erogare 150 CV. Novità maggiori riguardano il sistema di  infotainment, con la nascita del sistema Discover Pro, utilizzabile con comandi gestuali (permettono di voltare pagina) e con uno schermo da 9,2 pollici. È nuovo anche l’Active Info Display, un cruscotto digitale personalizzato. Ed infine è una novità (forse la più grande) anche il Traffic Jam Assist, il sistema che permetterà di viaggiare in modo parzialmente automatizzato nel traffico, fino ad una velocità di 60 km/h.

Marco Ferazzoli

Commenta