Uomini e Aziende

Vitobello porta ad Autopromotec tre nuovi articoli per auto e veicoli commerciali

DI STEFANO BELFIORE

Pompe e coppe olio con relativi kit di distribuzione. Sono le tre nuove tipologie di articoli che la Vitobello Ricambi presenterà al pubblico di Autopromotec 2015. Nella biennale sull’aftermarket automotive, l’azienda, con più di 40 anni d’esperienza nel settore  della revisione e ricostruzione del motore e delle sue componenti sia per  auto che per  veicoli commerciali, è pronta ad incontrare la sua famiglia di clienti, ampliando sempre più il suo raggio di relazioni. Per l’impresa, l’elemento fieristico costituisce una porta d’ingresso ai mercati. Soprattutto quelli internazionali dove la Vitobello viaggia a gonfie vele da oltre 10 anni. Da poco reduce dall’Automec di San Paolo, portando a casa feedback più che lusinghieri, l’azienda è sempre più intenzionata a sviluppare il proprio business aftermarket in quest’area del Brasile. Come in altre zone dell’Europa. Da qui la partecipazione al ReMaTec di Amsterdam in programma il prossimo giugno. “L’intenzione – dice Valentino Calbucci che cura i rapporti commerciali con l’estero – è quella di consolidare e rafforzare la nostra presenza sul mercato europeo, con un particolare occhio di riguardo verso le zone dell’Est-Europa”.  Altra novità riguarda il web. A breve sarà on line il nuovo sito aziendale che accenderà i riflettori sulla piattaforma e-commerce funzionale ad avere un perfetto stato dell’arte della disponibilità di articoli presenti in magazzino.
 

La Vitobello Ricambi è pronta a prendere parte all’edizione 2015 di Autopromotec. Innanzitutto quali sono le novità che presenterete al pubblico della rassegna bolognese?

Oltre alle recenti soluzioni che vanno ad ampliare la nostra gamma di ricambi motoristici già esistente, presenteremo tre tipologie di nuovi articoli per veicoli commerciali ed autovetture. Si tratta, nel dettaglio, delle pompe olio, coppe olio e relativo kit di distribuzione.

 

Che aspettative l’azienda nutre da questa manifestazione dedicata all’aftermarket?

Questa è la nostra quarta edizione di Autopromotec. La  finalità principale è quella di consolidare sempre più il rapporto con i nostri clienti. Ovviamente siamo del tutto propensi a creare nuove relazioni di business dove veicolare il nostro brand e la qualità dei nostri ricambi.
 

Autopromotec non è, però, l’unica manifestazione a cui l’azienda partecipa. Da poco, siete infatti reduci dall’Automec di San Paolo, altra importante vetrina internazionale sull’aftermarket automotive. Che riscontri si sono ottenuti?

La Vitobello Riocambi è presente, su scala mondiale, alle più importanti fiere del settore. Come ha evidenziato siamo appena tornati dal Brasile. Il bilancio è più che soddisfacente. Numerosi i contatti presi soprattutto con ricambisti ed importatori che sono, poi, il target di interlocutori maggiormente strategico per noi.
 

Rimanendo in tema fieristico, c’è un’altra tappa importante a giungo: il ReMaTec di Amsterdam…

Esatto. Un’altra rassegna strategica per i nostri obiettivi aziendali.  Si tratta del più grande evento sul rigenerato nel mondo dove si danno appuntamento i più importanti rappresentanti del settore. Una vetrina che è in linea con la nostra voglia ed inclinazione ad internazionalizzarsi sempre più.

 

Quali altre novità ci sono sul fronte aziendale?

Stiamo per debuttare con la nuova veste grafica del nostro web site aziendale. In questo layout, daremo molta enfasi al nostro e-commerce, presentato all’ultima edizione di Automechanika, e che rappresenta  una voce importante per l’aggiornamento in tempo reale sulla disponibilità dei nostri articoli presenti in magazzino.

 

CARTA D’IDENTITA’

Nome: Vitobello Ricambi Srl

Anno di nascita: 1972

Sede: Forlì-Cesena

Management:  Luca Vitobello (sviluppo di prodotti nuovi e contatto con  filiali estere), Alixia Siffredi (parte amministrativa e parte commerciale)

Ambito di produzione:  ricambi per il settore motori e sue componenti

Mercato geografico:  cinque Continenti, Italia Europa dell’Est, Sud America

Organico lavorativo:  14 unità lavorative

 
Commenta