27.6 C
Napoli
sabato, 22 Giugno 2024
  • Olio e filtro: clean filter per una lubrificazione eccellente

    Olio e filtro

    Un filtro dell’olio efficiente è l’ancora di salvezza per ogni motore.

    È un componente cruciale che svolge un ruolo significativo nel mantenere il motore in funzione e garantire buone prestazioni e longevità. La funzione principale di un filtro dell’olio è rimuovere impurità e contaminanti dall’olio motore che nel tempo possono accumularsi, causando maggiore attrito e usura.

    Un filtro dell’olio efficiente intrappola quindi particelle metalliche e altre sostanze dannose, impedendo loro di circolare e causare danni.

    Come scegliere il filtro dell’olio giusto per l’auto

    Scegliere il filtro dell’olio giusto per il veicolo non è cosa semplice. Il primo passo è determinarne la dimensione corretta.

    Essa può variare a seconda della marca e del modello del veicolo; è quindi importante consultare il manuale del veicolo o fare qualche ricerca per trovare le dimensioni appropriate.

    La maggior parte dei filtri dell’olio ha un numero di parte che corrisponde ad una dimensione specifica. Una volta determinata la dimensione corretta, è importante considerare le esigenze specifiche del filtro dell’olio del veicolo.

    Veicoli diversi possono richiedere diversi tipi di filtri dell’olio in base a fattori come: il tipo di motore, le condizioni di guida e le raccomandazioni del produttore.

    Proprio rispetto alle condizioni di guida, se si guida su strade polverose e fuori strada, ad esempio, è consigliabile scegliere un filtro dell’olio con una valutazione di efficienza più elevata per assicurarsi che possa filtrare alla perfezione sporcizia e detriti.

    D’altra parte, se si dispone di un veicolo ad alte prestazioni, la scelta potrebbe andare su un filtro dell’olio che offre un flusso avanzato per tenere il passo con le esigenze del motore.

    Naturalmente la qualità e l’affidabilità sono cruciali.

    Con un filtro dell’olio usato potrebbe accadere che non vengano rimossi efficacemente i contaminanti dall’olio motore, portando a una riduzione delle prestazioni del motore e a riparazioni potenzialmente costose lungo la linea.

    Sulla scelta dei filtri poi, adatti a prolungare la vita del motore e migliorarne le prestazioni, pesano anche le tipologie sul mercato: a sedimentazione; a centrifuga; gravitazionale e magnetico.

    Ne esiste poi un quarto tipo, che è quello che viene montato dalla maggioranza delle vetture e che viene definito meccanico. Si presenta in forma cilindrica, e può a sua volta essere: avvitabile o ad immersione.

    Ma sia che sia avvitabile o ad immersione, sono tutti dotati di una membrana filtrante che consente all’olio di passare, trattenendo però i residui, in modo che il motore si mantenga pulito.

    L’elemento filtrante è racchiuso in un contenitore con due valvole, una di sfogo e una di ritorno.

    Indipendentemente dal filtro d’olio che si sceglie per la propria vettura, è bene sottolineare come il sistema di filtraggio dell’olio debba essere costituito da una serie di componenti, tra cui: la guarnizione del filtro che ne assicura la tenuta; l’alloggiamento che deve fornire un collegamento necessariamente filettato; il manicotto; la valvola antidrenaggio e deviatrice.

    Quando sostituire il filtro dell’olio

    Infine, va specificato che il filtro dell’olio va sostituito regolarmente in concomitanza dell’olio motore. In linea generale, è opportuno effettuare la sostituzione: ogni 25-30.000 per i motori a diesel; ogni 15.000 chilometri per i motori a benzina.

    Cosa succede se non si cambia il filtro dell’olio

    Non cambiare il filtro dell’olio secondo le raccomandazioni del produttore del veicolo può portare a una serie di problemi al motore. Il filtro dell’olio ha il compito cruciale di trattenere le impurità e i residui prodotti dalla combustione e dall’usura del motore, prevenendo così che questi contaminanti circolino nuovamente nel sistema. Se il filtro diventa troppo intasato e non viene sostituito, non può più svolgere efficacemente questa funzione. Di conseguenza, l’olio sporco continua a circolare nel motore, causando abrasione e usura accelerata delle parti interne del motore come gli alberi a camme, i cuscinetti e i cilindri. Questo può ridurre drasticamente l’efficienza del motore, aumentare il consumo di carburante e, infine, portare a un guasto del motore che richiede riparazioni costose. Inoltre, l’olio contaminato può portare a un riscaldamento eccessivo del motore, compromettendo ulteriormente le sue prestazioni e potenzialmente causando danni irreversibili. Per questi motivi, è essenziale aderire a un programma regolare di manutenzione del veicolo che includa la sostituzione periodica del filtro dell’olio per garantire il corretto funzionamento e la longevità del motore.

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie