22.4 C
Napoli
mercoledì, 22 Maggio 2024
  • Puleggia albero motore e il motore torna ad alte prestazioni

    Puleggia albero motore e il motore torna ad alte prestazioni

    La puleggia albero motore è una delle componenti dell’auto più nascoste, ma assume al ruolo di elemento fondamentale del motore.

    Come funziona la puleggia albero motore 

    Con la sua forma di ruota scanalata, alla puleggia albero motore è demandata, tra l’altro, l’importante funzione di mettere in movimento l’alternatore e il compressore del condizionatore, eventualmente la pompa dell’acqua e quella del servosterzo idraulico e di smorzare le vibrazioni, grazie alla presenza di elementi in gomma.

    Non a caso è detta proprio puleggia smorzatrice.

    È comunque un organo meccanico costituito da un disco che gira attorno al proprio asse ed è scalettata appunto a un’estremità dell’albero motore. È realizzata principalmente in ghisa ma la mescolanza con la gomma è studiata per essere perfetta.

    Come scegliere la puleggia albero motore

    Scegliere la puleggia albero motore accuratamente significa tenere presente alcune caratteristiche, tra cui: la resistenza alle sollecitazioni meccaniche, come la torsione e la frequenza di risonanza. La puleggia è poi dotata di una o più gole, nelle quali è inserita una cinghia che trasmette la potenza agli organi accessori. Girando, attraverso la cinghia la puleggia trasmette il moto dell’albero motore ai vari dispositivi di servizio dell’auto, a loro volta dotati di pulegge trascinate da quella dell’albero a gomiti.

    Importanza delle pulegge albero motore per il funzionamento del motore

    Le pulegge semplici prevedono due parti metalliche e un anello in gomma che le collega elasticamente ma non mancano quelle cosiddette filtranti, usate in particolar modo sui motori diesel, che hanno fino a 7/8 pezzi metallici e 2 inserti in gomma.

    La puleggia dell’albero motore, tra l’altro gestisce anche i sistemi mild hybrid i cui alternatori/starter recuperano energia in frenata e avviano il motore proprio tramite la cinghia flessibile e la puleggia collegata all’albero motore.

    Nei cataloghi dei ricambisti la puleggia dell’albero motore viene spesso indicata con i termini “smorzatore” o “damper”.

    Cosa succede se si rompe la puleggia dell’albero motore

    Se la puleggia dell’albero motore si rompe, ciò può portare a una serie di problemi meccanici gravi e potenzialmente pericolosi per il funzionamento del veicolo. La puleggia dell’albero motore, spesso denominata puleggia damper, ha il compito di smorzare le vibrazioni del motore e di trasmettere energia agli altri componenti ausiliari del motore, come l’alternatore, il compressore dell’aria condizionata e la pompa della servosterzo, tramite la cinghia di distribuzione o la cinghia serpentina. Una rottura di questa puleggia può causare un’immediata perdita di funzionalità di questi sistemi, risultando in un sovraccarico del motore, perdita di potenza, e l’incapacità di utilizzare sistemi cruciali come l’aria condizionata e il servosterzo. Inoltre, senza l’azione smorzante della puleggia, le vibrazioni del motore possono aumentare notevolmente, causando ulteriori danni a componenti del motore e connessioni, e accelerando l’usura del motore stesso. Per evitare conseguenze più gravi, è fondamentale ispezionare e sostituire la puleggia dell’albero motore non appena si notano segni di usura o malfunzionamento, come vibrazioni insolite, rumori di battito o un deterioramento delle prestazioni del veicolo.

    Come controllare e sostituire le pulegge albero motore

    La manutenzione è fondamentale. Il cedimento della puleggia dell’albero motore, causato principalmente dal deterioramento delle parti in gomma, può dare sintomi quali vibrazioni insolite nell’abitacolo, sibili, stridori che vengono dalla cinghia elastica e colpi in successione. Può anche accadere che le viti di fissaggio si siano allentate o addirittura rotte, nel qual caso vibrazioni e rumori sono molto forti.

    Sarebbe bene ispezionare con attenzione la puleggia in questi casi.

    Gli esperti consigliano di sostituire il damper insieme alla cinghia della distribuzione, in media tra 90.000 e 120.000 km. Importante è anche il coretto tensionamento della cinghia flessibile e assolutamente da evitare il ricorso a ricambi non adatti o di scarsa qualità, che potrebbero addirittura danneggiare l’albero motore per l’insorgenza di vibrazioni anomale.

     

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie