10.9 C
Napoli
lunedì, 26 Febbraio 2024
  • Truffe RC Auto online: crescono le offerte

    Truffe RC Auto

    Crescono le truffe RC Auto online, un allarme scattato a seguito di una indagine commissionata da Facile.it a mUp Research e Norstat.

    Sono oltre 2.3 milioni gli italiani che hanno subito una truffa RC Auto online, per un danno complessivo di quasi 700 milioni di euro.

    Le assicurazioni truffa continuerebbero a mietere vittime, in soli 12 mesi gli utenti coinvolti sono cresciuti del 300% rispetto all’anno precedente con conseguente crescita anche dei premi assicurativi, cresciuti del 31,5% per le quattro ruote e del 41,4% per le due ruote.

    In Italia il prezzo medio da pagare per stipulare un contratto assicurativo RC Auto è di 610 euro contro i 572,9 euro per le moto.

    Truffe RC Auto: attenzione al web

    Non solo falsi call center ma anche SMS con redirect su piattaforme truffe, bisogna prestare attenzione anche ai social network (le truffe qui crescono del 9%) e alle app, in netto aumento (+8%).

    Gli italiani caduti nella trappola delle assicurazioni false sono in crescita, se al SUD e nelle Isole l’incidenza è del 6,8%, mentre al Centro Italia è del 5,9%, tra gli utenti coinvolti figurano molti laureati e di età compresa tra i 25 e i 40 anni, un fattore questo dovuto principalmente dalla necessità di risparmiare sul premio assicurativo.

    Come difendersi dalle truffe RC Auto?

    L’Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni ha redatto un elenco di 5 preziosi consigli per proteggersi dalle frodi:

    • verificare all’albo dell’IVASS l’iscrizione della compagnia assicurativa
    • controllo sull’iscrizione al RUI (Registro unico degli intermediari), chi propone la polizza assicurativa deve essere iscritto in questo registro,
    • confrontare le informazioni contenute nella polizza
    • controllare sul sito dell’IVASS l’elenco delle imprese non autorizzate o dei siti web irregolari.

    Diversi i siti web oscurati dall’IVASS per tentate frodi e denunce da parte degli utenti.

    Gli italiani truffati dalle RC Auto false non denuncerebbero le truffe online, in parte perché temono il giudizio esterno in parte per via dell’importo esiguo e irrilevante.

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie