25.9 C
Napoli
lunedì, 22 Luglio 2024
  • Leapmotor: parte la produzione in Europa nella fabbrica Stellantis

    Leapmotor

    Nella fabbrica Stellantis in Polonia, nello stabilimento di Ticky, parte la produzione Leapmotor.

    Il primo modello prodotto è la T03, le prime unità sono già state assemblate e spedite verso i rivenditori, una mossa questa che consentirà alla Leapmotor di evitare i pesanti dazi doganali imposti recentemente dalla Commissione Europea sulle auto elettriche provenienti dalla Cina.

    Per la produzione in serie occorrerà attendere fine anni. La joint venture frutto dell’accordo tra le due grandi realtà, prevede la commercializzazione e produzione, al di fuori del territorio cinese, di tutta la gamma Leapmotor, esclusivamente da parte del gruppo Stellantis.

    Auto, dunque, che saranno e sono prodotte nel vecchio continente e che potranno così bypassare le tariffe imposte dalla UE. La decisione di Stellantis di produrre in Polonia è dettata esclusivamente da questioni economiche, a Ticky il costo unitario di produzione è sensibilmente più basso rispetto a quello italiano.

    A vedere la luce nello stabilimento polacco del Gruppo Stellantis, non sarà solo la T03 ma anche la Leapmotor A12, un SUV compatto e dall’aspetto moderno, che sarà prodotto a partire dal prossimo anno.

    Leapmotor e Stellantis: strategia vincente contro i dazi doganali in Europa 

    Delocalizzare per aumentare la produzione e proporre modelli nuovi, con contenuti interessanti ma a un prezzo competitivo.

    L’effetto dei dazi non avrà dunque impatto sull’attività della Leapmotor, almeno per quanto riguarda l’Europa. Una mossa quella della Commissione Europea che ha comportato anche una strategia commerciale diversa da quanto inizialmente prevista nei piani di Stellantis, perché il SUV C10, sarà prodotto in Cina e commercializzato al di fuori dell’Europa.

    Questo per evitare che tra dazi doganali e spese di trasporto, il SUV della Leapmotor, diventi poco competitivo, almeno in termini di prezzi e nei confronti dell’agguerrita concorrenza europea.

    Del resto la strategia di Stellantis è chiara, aumentare la produzione, tra marchi europei e quelli cinesi, per minimizzare i costi e raggiungere profitti maggiori.

    A Ticky le linee di assemblaggio, una volta che la produzione Leapmotor sarà a pieno regime, consentiranno di raggiungere volumi pre-pandemia. 

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie