18.5 C
Napoli
martedì, 16 Aprile 2024
  • Idrogeno, la vera alternativa all’elettrico: prova della BMW iX5 Hydrogen

    BMW iX5 Hydrogen
    BMW iX5 Hydrogen

    Idrogeno può essere la vera e valida alternativa alle auto elettriche? Provando la nuova BMW iX5 Hydrogen sono sempre più convinto che in un futuro a medio e Lugo termine, l’idrogeno possa rappresentare una soluzione compatibile non solo con le infrastrutture già esistenti in città, come ad esempio le stazioni di servizio, ma sia anche più facile da gestire in termini di tempi di “ricarica”.

    A tal proposito la BMW ha completato per la prima volta un intenso ciclo di test in condizione estreme, la sua nuova iX5 è stata testata con temperature esterne prossime ai 45 C° affrontando sabbia, polvere, umidità e pendenze significative.

    Per poter funzionare su di un veicolo dedicato al trasporto persone, ma anche sui mezzi commerciali medi e pesanti, ci deve dev’essere un sistema di celle a combustibile abbinato a un serbatoio di idrogeno (sulla BMW iX5 Hydrogen sono due), ma anche ad un motore elettrico e a una batteria ad alta potenza.

    Il tema di sviluppo della BMW ha così esaminato sia la funzionalità di un’auto elettrica sia quella di un’auto a idrogeno, in quest’ultimo caso, per convalidarne una futura messa in produzione, il SUV a idrogeno è stato testato in condizioni estreme sia per quanto concerne le massime performance raggiungibili sia sotto il profilo dell’affidabilità e sicurezza.

    BMW iX5: il SUV a idrogeno fa il giro del mondo

    Una flotta di Bmw iX5 Hydrogen è attualmente in giro per l’Europa, Giappone, Cina, Corea, Stati Uniti e Medio Oriente, l’obiettivo è quello di analizzarne la resa, efficienza e affidabilità nell’utilizzo quotidiano, il vantaggio principale di un’auto a idrogeno consiste nella velocità di rifornimento, con pressioni prossime ai 700 bar, occorrono 3-4 minuti per un pieno di idrogeno.

    La nuova BMW iX5 Hydrogen è un SUV adatto anche ad affrontare lunghe percorrenze per via della potenza notevole del suo motore, per l’elevata efficienza e per i ridotti tempi di rifornimento, ha una potenza complessiva di 401 cavalli, sull’assale anteriore è presente il sistema di celle a combustibile mentre al retro opera un motore elettrico di quinta generazione, che integra trasmissione ed elettronica di potenza.

    Due le bombole serbatoio capace di immagazzinare fio a 6 kg di idrogeno, sono realizzate in fibra di carbonio e sopportano pressioni fino a 700 bar.

    L’autonomia della BMW iX5 Hydrogen è di oltre 500 km nel ciclo WLTP.

    Ho avuto modo di testare il SUV a idrogeno firmato BMW, il suo comportamento stradale è sostanzialmente simile a quello di un’auto elettrica, scatto repentino, potenza disponibile sin da subito e silenziosità assoluta di marcia, colpisce la velocità di rifornimento, 3-4 minuti al massimo e si fa il pieno.

    Interessante anche lo scambio di battute che abbiamo avuto con il Project Manager della BMW iX5 Hydrogen che ci ha confermato come le “prese di ricarica sono standard” e che per la massima sicurezza, la pompa di rifornimento e il SUV dialogano per adeguare la pressione all’autonomia residua della vettura anche in considerazione della temperatura esterna.

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie