Ricambi auto

Pulire il vetro interno auto sporco: le tecniche giuste

Come pulire il vetro interno auto sporco?Come pulire il vetro interno auto sporco?

La visibilità ottimale quando si guida è sinonimo di sicurezza e questo concetto include tutti i cristalli, specchi retrovisori e i fanali. Una volta deterso tutto questo dobbiamo chiederci: è rimasto da pulire il vetro interno auto sporco? È facile pulire l’esterno dei veicoli, basta andare all’autolavaggio automatico, ma come fare per gli interni? La pulizia fai-da-te dei cristalli dal lato interno non è difficile anche se ci sono alcune cose da sapere. La presenza di persone nell’abitacolo fa sì che sui cristalli si depositi sia polvere sia una patina untuosa non semplice da rimuovere.

 

Prodotti adatti per pulire il vetro interno auto sporco

È quindi opportuno pulire il lato interni dei vetri delle automobili con una certa regolarità, diciamo almeno una volta al mese a prescindere dell’utilizzo del veicolo. I materiali usati, per quanto semplici, devono soddisfare alcuni requisiti. I panni, per esempio devono essere morbidi e non lasciare pelucchi o batuffolini sulle superfici: oggi sono molto usati quelli di microfibra, che soddisfano questi requisiti, mentre quelli di lana sono da evitare. Anche i detergenti devono essere specifici: quelli che usiamo per i vetri di casa potrebbero contenere ammoniaca, potenzialmente dannosa per i cristalli delle automobili, che hanno le superfici trattate. Sarebbe opportuno proteggere la parte superiore del cruscotto perché esiste un piccolo il rischio che il pulitore per i vetri opacizzi o danneggi leggermente le superfici. Prima di pulire il vetro interno auto sporco è consigliabile rimuovere la polvere per evitare la seppur minima possibilità di graffiarlo.

 

Pulire il vetro interno auto sporco: occhio al lunotto

L’automobile dev’essere all’ombra, in modo che il detergente non evapori troppo in fretta. Notiamo che si può preparare un detergente assolutamente biodegradabile con una soluzione di acqua e aceto in proporzione di circa 5 a 1 o meno, considerando che l’aceto rimuove l’unto e gli aloni ma è leggermente aggressivo. La procedura è comunque la stessa: si spruzza il detergente sul vetro interno auto sporco (o anche sul pannetto in microfibra) e si passa poi il panno, senza fare troppa pressione, per asciugare e lucidare. Ricordiamo che la classica carta di giornale è abbastanza adatta ma, utilizzandola, è ancor più importante rimuovere la polvere prima della pulizia. È importante non insistere troppo su una stessa area ed evitare i movimenti circolari. In questo articolo sul parabrezza auto, poi, potrete trovare altre ‘dritte’ per pulire i vetri delle automobili. L’ultimo consiglio riguarda il vetro posteriore: per non danneggiare i filamenti del lunotto termico occorre prestare attenzione, esercitando poca pressione e seguendo la direzione dei filamenti, evitando movimenti trasversali alla loro lunghezza.

Nicodemo Angì

Commenta