Ricambi auto

Gli interventi sui veicoli elettrificati e le qualifiche PES, PAV e PEI per lavorare in sicurezza

Interventi sui veicoli elettrificati e le qualifiche PES, PAV e PEI per lavorare in sicurezzaPer fare gli interventi sui veicoli elettrificati occorre qualificarsi PES, PAV o PEI.

 

Gli interventi sui veicoli elettrificati saranno più frequenti

Anche una compatta Toyota Yaris ha a bordo una batteria da 150 volt e quindi gli interventi sui veicoli elettrificati vanno fatti a regola d’arte. Le qualifiche PES, PAV e PEI danno agli operatori le conoscenze necessarie e dimostrano una volta di più l’importanza della formazione continua. Per capire perché gli interventi sui veicoli elettrificati saranno sempre più probabili basta qualche dato: in Italia nell’ottobre 2021 le elettriche a batteria sono state il 7% delle immatricolazioni, le ibride Plug-in il 5%, le ibride full l’8,2% e quelle mild il 26,9%. Nei primi 10 mesi del 2021, poi, sono state immatricolate quasi 480mila automobili elettrificate che, aggiunte alle circa 282mila vendute nel 2020, portano il totale a 761.621 con buone possibilità di sfiorare le 900.000 unità nel biennio 2020/2021.

 

Formazione dedicata per gli interventi sui veicoli elettrificati

Molte di queste automobili hanno sostituito, grazie agli incentivi, veicoli con più di 10 anni di età e quindi meno veicoli con impianti a 12 volt e più impianti che alla tradizionale batteria al piombo affiancano elementi al Litio con 48, 150 e persino più di 400 volt. Nuove competenze, quindi, che si concretizzano nelle qualifiche PES, PAV e PEI, nate per operare su impianti elettrici ad alta tensione. Queste sigle indicano varie qualifiche per i lavori su componenti sotto tensione: Persona ESperta (PES), Persona AVvertita (PAV) e PErsona Idonea (PEI). Quest’ultima qualifica viene data, dopo una formazione dedicata, a un operatore che possiede i requisiti per poter svolgere tutti i tipi di lavori elettrici, compresi quelli sotto tensione. La qualifica PAV, invece, certifica che l’operatore conosce i rischi che nascono dall’elettricità ed è in grado di svolgere i lavori elettrici in piena sicurezza: questo lavoratore può essere istruito da una operatore qualificato PES.

 

Aggiornarsi sulla normativa per fare gli interventi sui veicoli elettrificati

Chi possiede una qualifica PES ha conoscenze teoriche ed esperienze pratiche tali da riuscire ad analizzare i rischi dati dall’elettricità e a svolgere i lavori su componenti sotto tensione in piena sicurezza, anche in prossimità. La normativa di riferimento è la CEI EN 11-27 integrata con gli obblighi prescritti dal Decreto Legislativo 81/2008 sulla sicurezza dei lavoratori. Ricordiamo che gli attestati PES, PAV e PEI non sono immutabili ma vanno aggiornati in corrispondenza dei cambiamenti della normativa. L’effettiva operatività deve inoltre seguire le indicazioni riportate nel Documento di Valutazione dei Rischi, il DVR. I corsi per ottenere le qualifiche PES, PAV e PEI sono erogati non soltanto da enti specializzati ma anche da aziende dell’aftermarket quali i costruttori di macchine e attrezzi da officina, consorzi e le reti di officine e dei gommisti. Ricordiamo l’esperienza dell’Officina Agostino, i cui titolari hanno le qualifiche PES e PAV da tempo dato che le auto evolvono e quindi occorre rimanere al passo.

 

Nicodemo Angì

Commenta