25.9 C
Napoli
lunedì, 22 Luglio 2024
  • Bonus colonnine per la ricarica domestica di un’auto elettrica

    Bonus colonnine - Piattaforma Unica Nazionale

    Il bonus colonnine per la ricarica domestica di un’auto elettrica è stato approvato lo scorso 12 giugno 2024 dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy.

    Una grande opportunità per chi desidera installare una wallbox domestica, che gli consente di ricaricare comodamente, la propria auto elettrica. Il bonus colonnine consentirà di usufruire di un contributo fino all’80% delle spese sostenute.

    Bonus colonnine: a quanto ammonta

    Il contributo statale prevede una copertura fino all’80% delle spese sostenute per l’acquisto e installazione di una colonnina dell’importo massimo di 1.500 euro, nel caso la richiesta sia effettuata da una persona fisica e, fino a 8.000 euro nel caso in cui il bonus venga richiesto per un edificio condominiale.

    Il bonus può essere richiesto da tutti i cittadini privati, condomini e imprese che installano una colonnina di ricarica ad uso esclusivo per la propria abitazione o spazio condominiale.

    Quali requisiti deve avere una colonnina di ricarica per accedere agli incentivi?

    Deve essere dotata di una modalità di ricarica conforme allo standard Modo 3 (trifase o monofase) oltre che essere nuova di fabbrica e non rigenerata. La wallbox deve essere anche compatibile con i principali sistemi di ricarica in uso in Europa ed essere coperta da un certificato di garanzia di almeno due anni.

    Occorre anche che la colonnina di ricarica sia installata da personale qualificato e in conformità alle norme CEI.

    Quando deve essere presentata la domanda?

    La domanda per richiedere il bonus colonnine deve essere presentata online. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito del MIMIT.

    Per scegliere la colonnina elettrica più adatta alle proprie esigenze occorre valutare dapprima la capacità della propria auto elettrica, quanto riesce a ricaricare in corrente continua e alternata e successivamente valutare un piano e/o tariffa che consente di usufruire di agevolazioni in base all’orario e giorno di ricarica.

    Non occorre ricaricare l’auto elettrica fino al 100%, per una ricarica dal 20 all’80% in genere anche 30-40 minuti, bastano.

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie