Green

Accordo Enel X e Pirelli Driver: così la ricarica si fa dal gommista

Con l’accordo fra Enel X e Pirelli Driver, l’elettrica si ricarica dal gommistaCon l’accordo fra Enel X e Pirelli Driver, l’elettrica si ricarica dal gommista.

Annunciato un accordo fra Enel X e Pirelli Driver che porterà all’installazione di infrastrutture di per auto elettriche in alcuni punti vendita della rete di gommisti Driver. L’annuncio è stato dato in occasione del Milano – Monza Motor Show, un evento su strada che è un segno di ripartenza. Questa collaborazione coinvolgerà da subito numerose officine Pirelli Driver in Italia per estendersi poi in Spagna e in altri paesi europei con un calendario da definire. Questo piano è il degno complemento delle varie attività che Pirelli realizza per la sostenibilità, un disegno organico che è valso il titolo mondiale in base agli indici Dow Jones Sustainability World e Europe per il settore Automobiles & Components.L’accordo fra Enel X e Pirelli Driver vuole sostenere la diffusione delle auto elettriche, oggi limitata dalla scarsa diffusione dell’infrastruttura di ricarica.

 

Nuove opportunità dall’accordo fra Enel X e Pirelli Driver

La collaborazione tra Pirelli ed Enel X fa parte di all’interno di un progetto che vuole sviluppare i servizi Driver per la e-mobility, alla quale le officine Driver Pirelli dedicheranno sempre più attenzione e servizi. Nell’accordo fra Enel X e Pirelli Driver troviamo infatti anche un percorso di formazione specifica per il rivenditore. Enel X metterà a disposizione delle officine Pirelli Driver caricatori con potenze comprese fra 22 e i 50 KW, eventualmente capaci di ricaricare anche più veicoli contemporaneamente. Il tipo di stazione di ricarica che andrà nei centri Driver Pirelli sarà scelta in base alle caratteristiche del territorio e del volume di traffico dell’officina. Notiamo che se il dealer Driver Pirelli installerà le colonnine in modo che siano accessibili al pubblico, esse appariranno sulle app per trovare punti di ricarica, come JuicePass di Enel X. In pratica saranno una sorta di strumento di business che potrebbe portare al negozio Pirelli Driver persone che non ci erano mai state prima.

 

L’accordo fra Enel X e Pirelli Driver e l’assistenza alle elettriche

Ad oggi sono circa 13mila i punti di ricarica installati da Enel X sul territorio italiano, compresi i nuovi HPC - High Power Charging capaci di 350 KW e che quindi permettono di ricaricare un’elettrica in soli 20 minuti circa. La formazione inclusa nell’accordo fra Enel X e Pirelli Driver valorizzerà la gamma di pneumatici per le elettriche Pirelli Elect, che ha bassa resistenza al rotolamento, per sfruttare al meglio l’energia delle batterie, un rumore di rotolamento molto basso, un grip elevato per fronteggiare la coppia istantanea tipica dei motori elettrici, e una struttura adatta al peso del veicolo, mediamente più alto rispetto ai veicoli convenzionali paragonabili. Daniele Deambrogio, CEO di Pirelli Italia, sottolinea che: “il contributo che Pirelli ed Enel X daremo all’infrastruttura di ricarica è una nuova tappa del percorso di Pirelli verso un impatto ambientale sempre inferiore e conferma l’ampia visione dell’azienda verso la sostenibilità”. Sulla stessa linea Augusto Raggi, Responsabile Enel X Italia: “La strategia di Enel X per una rapida diffusione della mobilità elettrica passa attraverso partnership con importanti operatori del settore. L’accordo fra Enel X e Pirelli driver è naturale conseguenza di questa visione, perché è un partner con il quale condividiamo la visione della mobilità sostenibile presente e futura. Porteremo le tecnologie avanzate di ricarica nei gommisti Driver dando la possibilità di ricaricare i veicoli facilmente con un servizio che avvicinerà ancora di più le persone al mondo dell’elettrico”.

Nicodemo Angì

 

Commenta