20.6 C
Napoli
martedì, 16 Aprile 2024
  • Futurmotive – Expo & Talks, E-CHARGE e Fleet Manager Academy

    Futurmotive - Expo & Talks, E-CHARGE e Fleet Manager Academy

    Al Futurmotive – Expo & Talks, E-CHARGE e Fleet Manager Academy si parla di mobilità sostenibile, di transizione energetica e delle possibilità che ogni cambiamento offre ai protagonisti di una filiera, quella dell’automotive, tra le più importanti d’Europa.

    Un’anteprima di quello che avverrà in occasione del Futurmotive – Expo & Talks, E-CHARGE e Fleet Manager Academy, in programma a Bologna dal 16 al 18 Novembre 2023.

    Diversi gli ospiti intervenuti a un dibattito che anticipa i contenuti di una prima edizione, quella del Futurmotive, che si prospetta molto interessante.

    Maurizio Montemagno – Direzione generale per la politica industriale, l’innovazione e le PMI: “Futurmotive è un’iniziativa importante per il settore automotive, un evento che si svolgerà a Bologna dal 16 al 18 Novembre, un importante punto di incontro perché le realtà impegnate nell’automotive sono coinvolte in una delicata fase di transizione, dove l’approvvigionamento delle materie prime è parte integrante del concetto di sostenibilità ambientale, economica, sociale. Mettere insieme i diversi aspetti per efficientare i processi produttivi e realizzare progetti di mobilità è difficile.
    Si sta facendo strada l’esigenza nelle aziende, di una figura quale il referente delle sostenibilità, perché qualsiasi sia l’obiettivo e il progetto nel processo produttivo, occorre porsi una domanda per dare una risposta concreta in tema di sicurezza ambientale. L’approvvigionamento deve essere rinnovabile e sostenibile, questo Ministero supporta le aziende di qualsiasi dimensione esse siano, per portarle e coinvolgerle nel percorso della sostenibilità. L’azienda deve scegliere i processi e fornitori in base al criterio della sostenibilità, diversi gli elementi che devono esserci per realizzare un prodotto finito e compatibile con l’ambiente. Interessante anche il riutilizzo degli scarti di produzione. Credo che questo evento fieristico, per come è stato organizzato, sia molto interessante perché le amministrazioni, realtà locali e aziende devono percorrere la stessa strada

    Loredana Sarti – Segretario AEFI (Associazione enti fieristici italiani): “Volevo esprimere da parte della nostra Associazione la felicità di essere qui, perché valorizza la nostra attività e la nostra partnership con il MIMIT. Ogni anno nei nostri eventi, coinvolgiamo circa 250.000 imprese nazionali, attirando poco più di 20.000.000 di spettatori, per un valore aggiunto pari a 10,6 miliardi che rappresenta lo 0,7 del PIL. Contribuiamo anche nel settore del turismo, perché portiamo nuovi “spettatori” in occasione dei nostri eventi. Questo Ministero è sempre stato un riferimento importante, anche e soprattutto durante la Pandemia. Voglio ricordare che Autopromotec è il primo Organizzatore che aderisce ad AEFI. Questa Fiera, Futurmotive, è uno spin-off che nasce a seguito di una grande manifestazione, Autopromotec. La transizione deve essere vista come un’opportunità non come un ostacolo. Il lavoro in atto deve essere non solo ambientale ma anche economico”.

    Futurmotive – Expo & Talks, E-CHARGE e Fleet Manager Academy: il futuro parte dal presente

    Gianmarco Giorda Direttore generale e Presidente ANFIA: “Voglio fare una considerazione sommaria rispetto al grande cambiamento che sta vivendo il settore automotive, l’Italia sta attraversando un profondo cambiamento, stiamo lavorando con le nostre aziende associate perché questo percorso porti valore. C’è molta bulimia nel settore, oggi si vota l’Euro 7, un limite totalmente irraggiungibile per molte aziende. Abbiamo cercato di rivoltare questo dossier per fare in modo che desse degli obiettivi raggiungibili, inizialmente era previsto l’adeguamento dell’Euro 7 entro il 2025. Siamo riusciti a rivedere questa normativa, oggi si vota in Parlamento, speriamo che venga raggiunto quanto richiesto. Altro target da analizzare in tema di sostenibilità è quello relativo alla circolazione dei veicoli pesanti, anche in questo caso è in corso un dibattito preciso, stiamo lavorando a un modello ambizioso, che deve evitare gli errori commessi nel comparto auto. Crediamo nell’elettrico, ma pensiamo che ci debba essere una fase di transizione che supporti il cambiamento. Da un punto di vista sociale, le diverse soluzioni che rappresentano le alimentazioni alternative, potrebbero anche aiutare quel complesso rame industriale che in Italia rappresenta da sempre il cuore dell’automotiveFuturmotive per noi è un progetto strategico, inizialmente doveva essere un progetto ponte verso Autopromotec, credo che ora abbia preso un’altra fisionomia, nel futuro potrà essere una vetrina della mobilità del futuro. Siamo stati molti felici di partecipare a questo evento, il 16 faremo un evento dedicato all’intelligenza artificiale applicata al Car Design. Andiamo anche fieri della collaborazione con ICE, abbiamo creato una partnership importante, verranno da 22 paesi una decina di aziende che si confronteranno con le realtà italiane”.

    Sono oltre 2.500 le aziende che operano nel comparto automotive, per un fatturato che supera i 100 miliardi di euro, un macro sistema dove piccole e grandi realtà giocano un ruolo fondamentale per dare vita a una filiera, quella automotive, tra le più importanti in Europa.

    L’obiettivo dell’ANFIA è quello di superare nel breve termine, una produzione, in Italia, di un milione di unità l’anno di veicoli, investendo anche in tecnologia e dando spazio alle realtà operanti nella componentistica, da sempre fiore all’occhiello di un Paese che ha i motori nel cuore e DNA.

    Le dichiarazioni di Autopromotec, Centro Studi Promotor e E-charge 2023

    Renzo Servadei Amministratore Delegato Autopromotec: “Questo evento e la sua essenza, sono possibili solo grazie al sostegno del MIMIT dell’ICE. Siamo riusciti a ottenere delle iniziative importanti, l’automotive in tutta la sua filiera raggiunge quasi il 10% del PIL. Bisogna sfatare una credenza, l’automotive è generatore di libertà, durante la pandemia abbiamo appreso che se si fermano i trasporti si ferma il motore dell’economia. L’automotive sta facendo tantissimo per rispettare l’ambiente. Il tema importante ora, quale è?
    L’Italia è il secondo paese in Europa, nella manifattura automotive, mettendo insieme queste attività in un unico contenitore, si creano delle vere e proprie filiere in grado di fare una proposta complessiva a livello nazionale. Abbiamo delle Startup che verranno sia dall’Italia che da altri paesi, spesso le soluzioni innovative estere soprattutto in materie di software, hanno la necessità di mixare con prodotti come i nostri. Giammarco Giorda ha ricordato anche la collaborazione con diverse realtà, stiamo creando una comunità liquida che sia in grado di creare rete.

    Il messaggio che voglio inviare è che noi siamo una grande nazionale industriale, anche in questo momento di transizione, dobbiamo rimanere una grande realtà”.

    Giampiero Quagliano Presidente del Centro Studi Promor “La nostra struttura ha come perno centrale il Centro Studi Promotor, nato 30 anni fa in occasione del Motor Show di Bologna. Quest’anno faremo il nostro convegno con l’associazione delle concessionarie, tutto questo perché ogni mese noi effettuiamo delle inchieste sull’andamento delle vendite, questa è un’attività no profit perché vogliamo rimanere indipendenti. Abbiamo un’altra attività interna, questa è profit ed è relativa ai Fleet Manager, un campo molto importante perché qui maturano le innovazioni. Il mondo delle flotte aziendali sarà presente al Futurmotive. La Fleet Manager Academy è un format che si basa su seminari condotti da esperti di chiara fama internazionale, docenti universitari, esponenti aziendali. Nel mondo dei noleggi è nato anche l’auto benefit. Nelle flotte aziendali le auto elettriche si fanno strada”.

    Valentina Cantoni · Exhibition Manager E-CHARGE 2023: “Parto con qualche numero, sono oltre 47.000 i punti di ricarica pubblici, con più di 400.000 wallbox private. Le ricariche pubbliche sono un tema importante, noi parliamo non di onboard ma di off-board. Per noi è importante partecipare a Futurmotive, perché è un punto di incontro tra persone. Il 16 dicembre ci sarà la prima edizione degli Stati Generali della ricarica”.

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie