17.5 C
Napoli
domenica, 19 Maggio 2024
  • Quali sono le auto ibride più economiche? La nostra classifica

    Quali sono le auto ibride più economiche? La nostra classifica
    Quali sono le auto ibride più economiche, in vendita nel 2024?
    Abbiamo stilato una classifica, tenendo in debita considerazione non solo il prezzo ma anche l’efficienza e la dotazione di serie, tra le auto ibride più economiche figuano best seller nel mercato italiano.
    L’attenzione verso le tematiche ambientali e l’utilizzo di mezzi ecosostenibili orienta sempre più le scelte degli automobilisti italiani che intendono acquistare una vettura.
    Attualmente, anche in virtù degli incentivi del Governo, le auto ibride sono più vendute rispetto a quelle elettriche, anche per il fatto che hanno un prezzo di partenza inferiore (dettaglio non secondario).
    Va poi considerato che le ibride sono comunque alimentate a benzina e non solamente dal motore elettrico e quindi fanno riscontrare meno problemi sulla ricarica della batteria.
    Ecco allora le 10 auto full hybrid più economiche da acquistare con gli incentivi 2024.
    Attraverso gli Ecobonus, è possibile ottenere ulteriori 2.000 euro di “incentivi”, ma solo rottamando un vecchio modello.

    Classifica auto ibride più economiche da acquistare

    • Renault Clio – La versione base Evolution ha un prezzo di 22.250 euro che diventa di 20.250 grazie agli incentivi. Di serie offre climatizzatore manuale, strumentazione digitale da 7″, monitor centrale da 7″ e sensori di parcheggio posteriori.
    • Toyota Yaris – La meno cara è la 1.5 Hybrid Active da 116 CV che dai 24.100 euro passa a 22.100. Di serie ci sono sistema Toyota Safety Sense con aggiornamenti OTA, climatizzatore automatico, monitor centrale da 9″ e compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto wireless.
    • Mazda2 – La VVT-iE Hybrid Pure costa 24.670 che, tagliati di 2.000 grazie agli incentivi, scendono a 22.670. Di serie prevede cerchi in acciaio da 15”, sistema riconoscimento segnali stradali, climatizzatore automatico, monitor centrale da 7″ e cruise control adattivo.
    • Dacia Jogger – È in vendita a partire da 25.950 euro nell’allestimento Expression e con 7 posti, 23.950 con gli incentivi 2024. Il powertrain è lo stesso della Renault Clio con consumi dichiarati pari a 4,7 litri ogni 100 km con emissioni di 105 g/km.
    • Honda Jazz – Il prezzo della entry level Elegance è di 26.900, 24.900 grazie agli incentivi auto 2024. L’allestimento prevede luci full LED, cerchi in lega da 15″, cruise control adattivo, sedili anteriori riscaldabili, Honda Connect e sensori di parcheggio anteriori e posteriori.
    • Renault Captur – Si conferma tra le auto full hybrid più economiche in Italia con prezzo base di 26.850 euro che, scalati i 2.000 degli incentivi, diventano 24.850.
    • Toyota Yaris Cross – Prendendo come riferimento la m.y. 2024, il prezzo parte da 28.650 euro – 26.650 con incentivi – per la Active da 115 CV che di serie, tra le altre cose, monta Toyota Safety Sense aggiornato, monitor centrale da 9″, strumentazione digitale da 7″.
    • Mitsubishi Colt – Presenta un powertrain full hybrid da 143 CV che, in allestimento Instyle (l’unico disponibile) ha un prezzo a partire da 29.500 euro, 27.500 con incentivi. Di serie ci sono cerchi in lega da 17″, monitor centrale da 9,2″, climatizzatore manuale, cruise control adattivo e mantenitore attivo della corsia.
    • Suzuki Vitara – L’allestimento entry level è lo Starview che a 30.900 euro (28.900 con incentivi) monta di serie cerchi in lega da 17″, cruise control adattivo, climatizzatore automatico, monitor centrale da 7″, sensori di parcheggio anteriori e posteriori e tetto apribile.
    • Nissan Juke – La entry level 1.6 HEV N-Connecta ha un prezzo di 31.000, 29.000 se si rottama una vecchia auto. Di serie il SUV coupé giapponese monta cerchi in lega da 17″, luci full LED, strumentazione digitale da 7″, cruise control, frenata automatica d’emergenza, monitor centrale da 8″ e telecamera posteriore.

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie