30.3 C
Napoli
sabato, 20 Luglio 2024
  • Telepass Verde: il primo dispositivo ottenuto dal riciclo di vecchi apparati

    Telepass Verde arriva in occasione della Settimana Europea della Mobilità, una novità green che si caratterizza per la sua realizzazione con materiale recuperato da device non più utilizzabili.

    Cambia la sua colorazione, il Telepass Verde sfoggia una tonalità verde risultato dal recupero delle scocche grigie e gialle dei device dismessi con cui è stato realizzato, anche il packaging risulta green e fatto di materiale riciclato così come il manuale di istruzioni, dematerializzato e ridotto a un paperless con QR code.

    Il Telepass Verde è una edizione limitata disponibile fino ad esaurimento scorte

    Un’iniziativa che vuole promuovere l’utilizzo responsabile delle risorse ambientali e l’attenzione alla circular economy e al riciclo, una strategia del tutto nuova per Telepass che fa della sostenibilità parte integrante del suo business.

    Il primo Telepass è stato introdotto nel 1990 ed è considerato uno dei primi esempi di mobilità green, che evita di fermarsi al casello e contribuisce a ottimizzare i flussi di traffico.

    Secondo uno studio condotto dall’Università Ca’ Foscari di Venezia, l’utilizzo in autostrada del Telepas ha consentito un risparmio di oltre 61 mila tonnellate di CO2 l’equivalente di oltre 642.000 viaggi in auto da Roma a Milano, ma anche di 9.100 viaggi intorno alla terra e 958 viaggi Terra-Luna!

    Telepass e l’acquisizione di Dash out

    Una strategia ambiziosa che punta a soffrire mezzi sempre più innovativi e a ridurre l’impatto ambientale, in quest’ottica fondamentale è stata l’acquisizione di Wash Out, la startup specializzata nella car care che consente il lavaggio dell’auto con prodotti waterless ecologici al 100%, rispetto a un normale autolavaggio il risparmio di acqua è stimato in 160 litri.

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie