17.5 C
Napoli
domenica, 19 Maggio 2024
  • Sistema Bosch ibrido Endurance: il collaudo più duro

    Collaudi in gara per il sistema Bosch ibrido Endurance

    Gare che durano un giorno intero nelle quali si percorrono anche più di 10mila km: il sistema Bosch Ibrido Endurance ha sopportato senza cedere sollecitazioni incredibili. Le gare di lunga durata fanno storia a sé nel motorismo sportivo perché sottopongono vetture, team e piloti a stress intensi e prolungati nel tempo: quale miglior banco di prova per sviluppare sistemi innovativi? In casa Bosch c’è una tradizione lunga 120 anni negli sport del motore quindi non ci stupiamo nel venire a sapere che Bosch e Automobile Club de l'Ouest (ACO, l’organizzatore della 24 Ore di Le Mans) annunciano una partnership pluriennale. Questo accordo, secondo Ingo Mauel, Responsabile di Bosch Motorsport, permetterà "di continuare a investire sulla presenza del nostro marchio ed espanderlo ulteriormente nel mondo grazie alla collaborazione con ACO”. La 24 Ore di Le Mans è uno dei grandi classici nelle gare automobilistiche e quest’anno ha visto la vittoria della Ferrari dopo più di 50 anni.

    Il sistema Bosch ibrido Endurance nel WEC

    Il WEC – World Endurance Championship – ha molta notorietà fra gli appassionati, che potranno vedere il logo Bosch sulla safety car ufficiale, visualizzare format digitali e multimediali dedicati a Bosch Motorsport e alle sue tecnologie. Gli appassionati potranno inoltre sperimentare diverse tecnologie Bosch nelle fan-zonepredisposte in occasione delle gare. Bosch Motorsport aggiunge quindi un'altra forte presenza ai suoi accordi con il mondiale ABB FIA di Formula E, il Super GT500 del Giappone e il campionato statunitense IMSA. Il sistema Bosch ibrido Endurance equipaggerà inoltre tutte le vetture nella nuova serie LMDh, vetture da corsa con un sistema di propulsione ibrido che correranno nella classe Hypercar del WEC. Oltre a Ferrari, correranno in Hypercar ToyotaPeugeotPorscheCadillac e le artigianali Glickenhaus e Vanwall. Le LMHsono senza vincoli, dal telaio al motore, e possono usaare un sistema ibrido con 200 kW di potenza massima attivabile solo oltre i 120 km/h. Le LMDh hanno telaio standard e cambio, batteria e sistema ibrido uguali per tutti , prodotti rispettivamente da Xtrac, Williams Engineering e Bosch.

    A Monza con il sistema Bosch ibrido Endurance

    In linea con le attuali normative per LMDh, il sistema Bosch ibrido Endurance fornisce una potenza costante di 50 kW in modalità di marcia e fino a 200 kW in modalità di recupero, valori scalabili in funzione di cambiamenti regolamentari. La 6 Ore di Monza del prossimo fine settimana, nella quale Goodyear festeggerà i suoi primi 125 anni di vita, apre la seconda metà della stagione del Campionato mondiale di Endurance (WEC). Sullo storico circuito alle porte di Milano, i team Porsche e Cadillac gareggeranno in classe hypercar nella nuova categoria LMDh con il sistema ibrido fornito da Bosch, software compreso. Esso, che sarà utilizzato anche nel campionato IMSA, è composto dal motore elettrico MGU (Motor Generator Unit), dall'inverter MCU (Motor Control Unit), dalla centralina di controllo del sistema ibrido HCU (Hybrid Control Unit) e del sistema di frenata elettrica by-wire EBS (Electronic Brake System), che gestisce il recupero dell’energia e la fusione con i freni convenzionali. Il sistema Bosch ibrido Endurance ha superato il test “di Le Mans, con 24 ore di utilizzo continuo dei componenti senza anomalie o problemi tecnici, un risultato che ci riempie di soddisfazione”, nelle parole di Mauel. 

    Nicodemo Angì

     

     

     

     

     

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie