18.8 C
Napoli
mercoledì, 22 Maggio 2024
  • Nuovo Codice della Strada: nuove regole per i neopatentati

    Nuovo Codice della Strada

    Il nuovo Codice della Strada è stato approvato dalla Camera dei Deputati e in approvazione al Senato.

    Una volta avuto l’ok dal Senato, il nuovo Codice della Strada potrebbe entrare in vigore già prima dell’estate.

    Ma cosa cambierà rispetto alla situazione attuale? Le principali modifiche riguarderanno l’uso degli autovelox e nuove regole per i neopatentati.

    Secondo la nuova regolamentazione i neopatentati potranno guidare auto più potenti (potenza massima inferiore ai 105 kW, rapporto peso potenza 75 kW/t).

    In merito a questo grande cambiamento gli italiani si sono già pronunciati, il 57% degli intervistati reputa una modica simile, troppo pericolosa, giudicando le autovetture con potenze di 105 kW, troppo potenti soprattutto per i guidatori meno esperti.

    Anche sulla richiesta da parte del Governo italiano alla Commissione Europea, di abbassare l’età per richiedere la patente a 17 anni, in presenza di accompagnamento. Sei italiani su 10 si confermano contrari.

    La motivazione principale risiederebbe nell’alto numero di incidenti stradali che a oggi coinvolge i minorenni e nella percezione di una responsabilità non abbastanza forte nei più giovani.

    Nuovo Codice della Strada: cosa cambia per i neopatentati

    I neopatentati non potranno guidare auto con potenza specifica, in rapporto alla tara, superiore a 75 kW/t e con potenza massima di 105 kW.

    Un vicolo che oggi vale solo per il primo anno di rilascio della patente, i tre anni costituiranno una restrizione molto più forte.

    Un’altra novità riguarderà anche la limitazione, per i neopatentati, di guida un’auto con potenza specifica superiore a 55 kW/t e con un massimo di 70 kW.

    Con il nuovo C.d.S. si allungherà il periodo per il neopatentato, di guidare un’auto più potente (fino a re anni), ma si allarga il ventaglio delle vetture e dei modelli da poter guidare.

    Nuovo posizionamento per gli autovelox

    Cambia rispetto alla situazione attuale, il posizionamento degli autovelox.

    L’Italia è il primo paese in Europa per numero di dispositivi di rilevamento della velocità. Sarà possibile installare autovelox solo se il massimo della velocità concessa su quel tratto è inferiore di non oltre i 20 km/h rispetto a quanto previsto dal Codice.

    L’autovelox dovrà essere perfettamente riconoscibile, il suo posizionamento dovrà essere preceduto da un segnale posto a non meno di 1 km.

    Tra due dispositivi si dovrà maniere una distanza di almeno 3 km su strade extraurbane principali e fino a 1 km su quelle secondarie.

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie