Ricambi auto

La truffa dei ricambi auto online si conferma una piaga da combattere: ecco come

L’ennesima truffa dei ricambi auto si è consumata in Campania: i Carabinieri della Stazione di Lauro, piccolo centro dell’avellinese, hanno denunciato un quarantenne della provincia di Latina, già noto alle Forze dell’Ordine. La denuncia è partita da un uomo che ha comprato online dei ricambi auto ma, dopo aver pagato 200 euro, non ha mai ricevuto la merce. Anche questa truffa dei ricambi auto online ha seguito il solito copione: si ordinano i pezzi, si salda il conto ricaricando una carta prepagata e poi il sedicente ‘venditore’ si rende irreperibile, così come i ricambi. Uno svolgimento ben noto che vede la replica di un’altra truffa dei ricambi auto online già compiuta più di un anno fa.

 

La truffa dei ricambi auto si ripete quasi identica

La vendita truffaldina di pezzi per i veicoli, online e a buon prezzo, si ripete frequentemente. Consultando i comunicati stampa dell’Arma dei Carabinieri si apprende che una vicenda analoga si è svolta pochi giorni fa sempre in Campania. I Carabinieri della Stazione di Ariano Irpino, sulla base di una segnalazione di un cittadino truffato nello stesso modo, hanno infatti denunciato un ventenne pugliese, anche lui già noto alle Forze dell’Ordine. Lo schema è il medesimo: ordine online, pagamento con ricarica su carta prepagata, merce non inviata e venditore irreperibile. Questo tipo imbroglio può avere risvolti ancor più inquietanti: a Castel Gandolfo i Carabinieri hanno arrestato un 24enne sorpreso smontare le ruote anteriori di una Smart. Gli agenti hanno poi individuato un garage nel quale il giovane aveva una ventina di ruote complete e diversi fari, volanti, cruscotti e parti di carrozzeria di auto Smart e Volkswagen.

 

Occhi aperti contro la truffa dei ricambi auto

Chi avesse acquistato questi pezzi, anche se in buona fede, si sarebbe potuto trovare accusato di ricettazione, un reato grave contestato nel caso di una truffa online nelle Marche. Questi pericoli si possono evitare con un minimo di buon senso e seguendo i consigli dei Carabinieri. Uno molto importante è diffidare di chi vende merce per strada, soprattutto se la propone come un ‘affare’. Ricambi e pezzi offerti a prezzi molto, troppo convenienti sono spesso rubati o sono l’esca per una truffa come quelle viste più sopra. I negozi online affidabili hanno un sito professionale, elencano chiaramente le condizioni di vendita, pagamento e restituzione merce. Un altro segno di serietà è l’accettare molti mezzi di pagamento: se hanno soltanto la ricarica per carta prepagata non perdeteci tempo perché è probabile che stiano tentando una truffa dei ricambi auto.

 

Nicodemo Angì

 

Commenta