13.8 C
Napoli
mercoledì, 24 Aprile 2024
  • Ricambi NAPA nella penisola iberica, offensiva commerciale di AAG

    Ricambi NAPA nella penisola iberica, offensiva commerciale di AAGPianificata una capillare presenza dei ricambi NAPA nella penisola iberica

    L’Europa è molto interessante agli occhi dei grandi gruppi americani e quindi la notizia di uno sbarco dei ricambi NAPA nella penisola iberica è sicuramente non inaspettata. Il magazine spagnolo Infotaller dà ampio spazio a una presentazione che ha visto Nacho Pernas, Direttore generale di Lausan, Frank Baudel, CEO di Alliance Automotive Group Europe, e Clemente Lobato, Direttore commerciale di AAG Iberia, presentare il marchio NAPA alla stampa di settore. Ricordiamo che Alliance Automotive Group aveva acquisito Lausan che, a sua volta, aveva comprato un altro grande distributore, il portoghese Soulima. Questi noti distributori saranno il tramite con il quale AAG distribuirà direttamente i ricambi NAPA nella penisola iberica. Le scatole cinesi non si esauriscono però qui: Alliance Automotive Group era stato infatti assorbito dal gruppo americano Genuine Parts Company, proprietario del private label NAPA, nel 2017.

     

    I ricambi NAPA nella penisola iberica con grandi ambizioni

    Nacho Pernas è entusiasta quando dice che “NAPA è un marchio che fa la differenza e con il suo lancio in Spagna e Portogallo crediamo che la sua potenza crescerà ulteriormente“. La private label è già presente in Italia, Regno Unito, Francia, Olanda, Germania e Belgio e l’allargamento a Paesi importanti quali Spagna e Portogallo rafforzerà ulteriormente la sua presenza. I ricambi a marchio NAPA hanno già fatturato più di 310 milioni di euro in Europa dall’inizio della loro commercializzazione, un volume che equivale a circa il 10% del fatturato di Alliance Automotive Group nel 2022. I manager di AAG Iberia hanno spiegato che i ricambi NAPA nella penisola iberica conteranno 15 linee di prodotto per il 2023. I primi ad arrivare saranno dischi, antigelo, batterie, oli, spazzole tergicristallo e tamponi elastici, ai quali si aggiungeranno kit di distribuzione, bracci, snodi sospensioni e filtri. Il secondo semestre vedrà le macchine da officina, ammortizzatori e cuscinetti e, per ultimi, termostati, lampade e frizioni. AAG si dimostra quindi molto attiva: ha la private label NAPA, moltissimi marchi aftermaket e distribuisce anche ricambi originali BMW in Francia.

     

    I ricambi NAPA nella penisola iberica, una presenza capillare

    Queste 15 linee sono soltanto un inizio e saranno disponibili tramite i 46 punti vendita di Lausan-Soulima per gli oltre 20mila clienti attivi in Spagna e Portogallo, con una stima di fatturato di 130 milioni per quest’anno. È interessante sapere che “esisteranno negozi NAPA in Europa ma la strategia di AAG è quella di continuare a distribuire marchi premium. Nei mercati nei quali in cui abbiamo lanciato il marchio NAPA abbiamo infatti riscontrato una parallela crescita dei marchi premium e prevediamo che il 90% delle vendite europee di AAG proverrà da questi, con il restante 10% da NAPA”. Clemente Lobato ha aggiunto che “negli USA oltre il 90% della popolazione conosce NAPA, che è non solo un marchio ma un prodotto ad alto valore aggiunto“. Il CEO di AAG Franck Baduel ha spiegato che la crescita di Alliance Automotive Iberia verterà anche su “altre acquisizioni e sulla ridefinizione della logistica, molto più efficiente di quella attuale grazie alle economie di scala“. Quella dei private label è una politica seguita da molte grandi realtà ma non è sempre agevole raggiungere un equilibrio perché questi prodotti possono essere visti come ‘invadenti’, limitando la libertà di scelta dei distributori. Sono queste difficoltà ad aver catalizzato, per esempio, il cambio di casacca di 4 distributori di GroupAuto in Olanda e Belgio: la cautela è quindi d’obbligo.

    Nicodemo Angì

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie