Ricambi auto

Lubrificanti green per auto: intesa Foundry Alfe Chem-CDR

Lubrificanti green: scatta l'intesa Foundry Alfe Chem e CDR (Centro Distribuzione Ricambi)

Siglato l'accordo quadro fra Foundry Alfe Chem e CDR (Centro Distribuzione Ricambi) di Torino per la distribuzione su tutto il territorio nazionale dei lubrificanti ecologici di Olitema per le auto. L’obiettivo di Olitema, marchio del gruppo italiano Foundry Alfe Chem, è stato sin dal lancio della sua linea di oli motore avvenuta nella prima metà del 2021, quello di collaborare con professionisti del settore automotive che potessero sposare la filosofia qualitativa dei lubrificanti realizzati non con basi petrolifere, ma con quelle sintetiche di origine naturale. Una sfida importante e una forte presa di posizione green in un mercato saturo e maturo in cui anche i produttori tradizionali di lubrificanti stanno valutando gli importanti segnali che arrivano anche dal cambio di paradigma orientato verso una sempre maggiore elettrificazione del parco circolante.

Lubrificanti amici dell'ambiente: la genesi dell'accordo

In questo scenario poco favorevole, Olitema ha creduto nel suo progetto green realizzando oli motore amici dell’ambiente con basi testate e adottate con successo da oltre 10 anni all’interno dei complessi e delicati processi industriali come quello della lavorazione dell’alluminio. Il progetto di Olitema aveva e ha bisogno di collaborare con realtà capaci di cogliere le potenzialità di questo nuovo modello di business che va oltre la pura vendita di prodotto, abbracciandone la filosofia e l’anima green. Per questo, per la sua rete distributiva Olitema era alla ricerca di un’azienda dalle caratteristiche umane e manageriali in grado di poterla supportare al meglio, aspetti che ha trovato in CDR (Centro Distribuzione Ricambi) a Torino, azienda familiare che si è letteralmente innamorata dei prodotti Olitema e di tutta la storia che hanno da raccontare.

 

Da ora, CDR è ufficialmente distributore nazionale di Olitema per i lubrificanti motore green per auto

Si offre, così, un servizio puntuale e capillare in tutte le regioni con circa 800 punti vendita. A questo si aggiungono eventi dedicati ai professionisti del settore e attività di formazione. La promozione e la vendita sono inoltre agevolate e garantite da un efficiente sito web e da un canale di e.commerce dedicato dove i ricambisti potranno effettuare ordini di prodotti Olitema secondo gli standard di CDR. “Siamo dei visionari – dice Gianni Rizzuto, Presidente e AD di Foundry Alfe Chem/Olitema –, e per sviluppare le potenzialità di Olitema avevamo bisogno di persone altrettanto visionarie in grado di capire il valore e le potenzialità dei prodotti green per il mondo automotive. Rappresentiamo un’alternativa alla logica produttiva e distributiva delle grandi Compagnie Petrolifere, e per questo abbiamo capitalizzato la nostra ricerca ed esperienza nei processi industriali dove abbiamo utilizzato per decenni con successo le basi sostenibili in condizioni di stress estremo e da questo prezioso know-how internazionale abbiamo creato una linea di performanti oli motore ecologici. La tecnologia dei nostri prodotti è Esclusiva e altamente Performante, e con CDR è operativa una rete distributiva capace di valorizzare questo nostro impegno per rendere la mobilità sempre più green anche con i motori termici”.

L'interesse e l'attenzione per i lubrificanti ecologici di CDR

“Con la profonda esperienza nell'aftermarket, la distribuzione dei lubrificanti e l'eccezionale management team, siamo molto lieti di essere riconosciuti come un distributore a valore aggiunto per Olitema - dice Lionel Zangari, CEO di CDR -; questo mette in mostra la nostra buona pratica commerciale nel settore automobilistico e la dedizione costante all'innovazione. Essendo un mercato in rapida evoluzione, il settore dei lubrificanti ecologici è stato identificato come uno dei settori con il più alto potenziale di crescita all'interno del più ampio mercato dei lubrificanti finiti. Non vediamo l'ora di costruire il nostro reciproco successo”.

 

Commenta