Ricambi auto

Come preservare il buono stato dei freni?

Come preservare il buono stato dei freni?Come preservare il buono stato dei freni?

Brembo dà dei consigli su come evitare l’incollaggio del materiale di attrito. Come è noto, l’interruzione delle attività ha cambiato lo stile di vita della maggior parte delle persone: molte lavorano da casa (smart working) e l’utilizzo delle auto si è ridotto. Questo si traduce in veicoli che restano parcheggiati a lungo ed esposti alle intemperie quando non è disponibile un garage in cui custodirli. Purtroppo, l’inutilizzo prolungato può causare problemi ai freni e pregiudicarne il corretto funzionamento durante la guida.

La corrosione dei freni

Ha origine sulla superficie dei dischi, ma, normalmente, la ruggine che si forma viene rimossa dai freni stessi quando vengono azionati. Ma se il veicolo resta fermo a lungo, il fenomeno prosegue indisturbato e può interessare altre aree. La corrosione superficiale dei freni può rendere la frenata rumorosa e, cosa ancora più grave, può aumentare lo spazio di frenata riducendo le prestazioni dell’impianto frenante nel suo complesso.  Inoltre, poiché durante le soste il freno di stazionamento è inserito, anche le pastiglie e le ganasce restano a contatto con dischi e tamburi.  Ciò favorisce l’aumento della corrosione e può causare l’adesione tra questi componenti, arrivando a impedire il movimento delle ruote all’utilizzo successivo dell’auto. Questo fenomeno è conosciuto come incollaggio del materiale di attrito.

Come evitarlo

Ricorrendo ad alcuni semplici accorgimenti secondo Brembo:

  1. avviare il veicolo e, a motore acceso, rilasciare il freno di stazionamento. Quindi spostare l’auto per un breve tratto in avanti e in retromarcia azionando delicatamente i freni;
  2. il contatto tra i componenti dei freni “rimuove” la corrosione superficiale, evitandone l’aumento e i problemi che ne conseguono. Questa operazione dovrebbe essere eseguita una volta alla settimana.

 

Occhio all’utilizzo dell’auto

Se non è possibile eseguire questo piccolo intervento di manutenzione, occorre prestare molta attenzione quando verrà riutilizzato il veicolo per la prima volta dopo la sosta. Verificare il corretto funzionamento dei freni azionandoli delicatamente. Per i primi chilometri, la frenata potrebbe produrre rumori (fischi, sfregamenti, scricchiolii) dovuti a un accumulo eccessivo di corrosione. Se questi rumori dovessero continuare, evolvere in altri segnali (vibrazioni) o, peggio, nel caso in cui non si riuscisse a muovere il veicolo a causa del grippaggio delle ruote, sarebbe utile rivolgersi ad un meccanico che offrirà le competenze e l’assistenza necessarie a ritornare sulla strada.

 

 

 

Commenta