Ricambi auto

Come agire contro i freni rumorosi?

I freni rumorosi possono essere un campanello d’allarme sull’integrità dei componenti.

Fischi, vibrazioni, sussulti: i freni rumorosi sono un inconveniente che merita un approfondimento perché si tratta di malfunzionamenti che interessano uno dei sistemi più critici per la sicurezza delle automobili. Con l’aiuto di uno specialista del settore, Delphi Technologies, cerchiamo di capire l’origine di questo fenomeno, anche perché spesso deriva da problemi di montaggio. Il rumore deriva da vibrazioni, che possono essere propagarsi nell’aria, tramite i componenti meccanici o una combinazione dei due meccanismi di trasmissione. Un rumore di tono basso è da imputare principalmente al disco, che può essere montato male, non essere perfettamente perpendicolare all’asse del mozzo, consumato irregolarmente o rovinato dal surriscaldamento. Se i freni rumorosi generano invece una sorta di stridore si può pensare qualche pistoncino della pinza o perni di scorrimento (nel caso di pinza flottante) usurati o bloccati così come all’usura eccessiva dei dischi e/o del materiale d’attrito. Il blocco dei pistoncini o dei perni può tenere premute le pastiglie contro il disco anche quando non si frena.

 

Diversi indiziati per i freni rumorosi

Questo può provocare un accumulo irregolare di polvere di materiale d’attrito, con conseguente attrito eccessivo e surriscaldamento localizzato del disco, che si può deformare. Quando si cambia il disco è essenziale poi verificare meticolosamente che la superficie del mozzo e la parte interna della campana del disco, quella a contatto con il mozzo, siano ben pulite. Una particella di ruggine di soli 0,05 mm può causare un'oscillazione assiale di oltre 0,1 mm al centro della fascia frenante. Il disco in pratica oscilla quando ruota causando usura irregolare e portando ai freni rumorosi. Lo ‘sfarfallamento’ del disco, ossia il non ruotare perfettamente perpendicolare all’asse, può anche derivare da un serraggio eccessivo delle viti che fissano le ruote o di quelle che fissano i dischi al mozzo: questo potrebbe deformare il disco. Una causa più subdola potrebbe risiedere nei cuscinetti delle ruote: se troppo usurati potrebbero avere un gioco eccessivo, tale da causare oscillazioni irregolari del disco rispetto alla pinza.

 

I freni rumorosi possono essere un campanello d’allarme sull’integrità dei componentiPreveniamo il difetto dei freni rumorosi

Sono molte le cose che possiamo fare per evitare l’inconveniente dei freni rumorosi. Un uso accorto dei freni impedisce che si surriscaldino e quindi che si deformino. Ogni volta che si cambiano dischi e/o pastiglie è fondamentale farli adattare reciprocamente, evitando frenate intense e prolungate durante i primi 150/200 km. Il controllo dello spessore del disco fa fatto in 8 punti equidistanti, a poca distanza dal bordo. Se lo spessore non è uniforme occorre sostituire il pezzo, così come se lo spessore è uniforme ma troppo basso. La differenza di spessore massima consentita è di circa 0,015 mm. Della pulizia scrupolosa delle superfici di montaggio si è già detto ed è opportuno misurare, con un comparatore, l'eccentricità laterale dei dischi montati sul mozzo. Le variazioni ammesse cambiano per le varie marche e modelli ma eccentricità massime entro gli 0,10 mm sono da considerare normali. Se l'eccentricità è eccessiva occorre controllare il montaggio del disco sul mozzo e se questo è corretto sarebbe opportuno smontare il disco e controllare con il comparatore l'eccentricità del mozzo. Pulire accuratamente i punti di contatto della pastiglia nella pinza. Freni rumorosi che emettono suoni ad alta frequenza potrebbero richiedere un controllo di pistoni, guarnizioni e perni scorrevoli della pinza: devono essere integri, non ossidati (controlliamo le parti esposte dei pistoncini) e devono muoversi senza ostacoli. Si può provare a sostituire i fermi, le molle e i pernetti antivibranti, che potrebbero aver perso elasticità a causa dell'alta temperatura raggiunta durante le frenate.

Nicodemo Angì

Commenta