31.5 C
Napoli
domenica, 21 Luglio 2024
  • I consigli UFI Filters…

    Specializzata in soluzioni per la filatrzione (carburante e olio, UFI Filters si è ormai affermata anche nella produzione di filtri abitacolo, un prodotto ancora poco conosciuto dall’automobilista e che pe questo richiede un’opera di diffusione dell’informazione.

    E’ importante, infatti, che sia lo stesso autoriparatore a far presente al proprio cliente che il filtro abitacolo va sostituito regolarmente ( in media una volta all’anno o ogni 15.000 km), spiegandone lo scopo e le funzioni e l’importanza di questo elemento per garantire il benessere e la salute del conducente e dei passeggeri a bordo.
    Per questo UFI Filters ha redatto un documento che sintetizza gli argomeni che un autoriparatore può utilizzare per sensibilizzare l’automobilista a questo riguardo.
    L’inquinamento interno all’abitaclo, dovuto a polvere, fuliggine, gas di combustione, batteri, polline, eccetera, contribuisce a generare allergie e altri tipi di patologie respiratorie, in quanto l’effetto tunnel che si ha all’interno del veicolo aumenta la concentrazione di particelle dannose per la salute fino a sei volte.

    I filtri abitacolo UFI Filters, prodotti con materiale filtrante sintetico non-woven ( non tessuto), o non-woven combinato con carboni attivi, a seconda della singola applicazione, permettono un contenimento medio superiore al 90% di particelle con un diametro maggiore di 3 micron (polline) e da 0,01 a 2 micron (gas, batteri, funghi), garantendo un’atmosfera decisamente migliore all’interno della vettura.
    I carboni attivi, inoltre, filtrano i gas tossici che provocano i cattivi odori e, nel peggiore dei casi, serie patologie respiratorie.

     

    Articolo precedente
    Articolo successivo

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie