10.1 C
Napoli
mercoledì, 24 Aprile 2024
  • Olio per Motore Benzina

    Olio per Motore Benzina

    L’olio motore è una delle componenti fondamentali per il funzionamento di un’auto, anzi proprio linfa vitale. Serve per lubrificare al meglio tutte le componenti meccaniche del motore e proteggere le superfici metalliche dalla corrosione.

    Inoltre, è un mezzo imprescindibile per raffreddare il motore stesso e per evitare che le componenti si “inceppino” a causa di residui. Alla luce di queste importanti funzioni è chiaro che la scelta dell’olio del motore deve essere fatta con attenzione e che il livello di olio debba sempre essere sopra il minimo.

    Scelta del Tipo di Olio

    Esistono decine di oli motore in commercio, ognuno adatto ad auto e stili di guida diversi, ma tutti sono composti da una miscela a base idrocarburica e da altri additivi che servono a lubrificare le parti meccaniche del motore. L’olio motore utilizzato per le automobili è sintetico o semi-sintetico. In commercio ci sono diversi prodotti, di diverse marche.

    Fondamentale è naturalmente scegliere quella che meglio si adatta alle prestazioni del veicolo, secondo quanto indicato dalla casa produttrice.

    In generale è bene sapere che un lubrificante per auto di buon livello si distingue specialmente per la sua durata. Un prodotto di scarsa qualità, infatti, richiederà un cambio d’olio prima perché si degraderà più rapidamente.

    Per scegliere la giusta tipologia di olio motore bisogna controllare la prescrizione dell’azienda costruttrice dell’auto, che di norma si trova alla voce Uso e Manutenzione sul libretto. Dove si parla del lubrificante consigliato, sono indicati il livello di viscosità necessaria e altre specifiche.

    Per sapere come garantire una lubrificazione ottimale e prestazioni elevate alla propria auto a benzina, è fondamentale controllare con regolarità il livello dell’olio. Come tutti i fluidi, anche l’olio è soggetto a una fisiologica degenerazione e quindi è altrettanto importante sostituirlo agli intervalli consigliati dalle case produttrici: generalmente in un’auto a benzina andrebbe sostituito ogni 15 o 20mila chilometri, mentre per le diesel l’intervallo si estende dai 30 ai 35mila chilometri.

    Per scegliere l’olio motore corretto per la propria auto è innanzitutto necessario saper leggere i valori di viscosità e comprendere le sigle API e ACEA, in modo da riconoscere l’olio che meglio si abbina meglio al tipo di auto e al tipo di performance che si vuole ottenere.

    I dati di viscosità a freddo e a caldo sono un indicatore fondamentale per scegliere l’olio motore in base alle temperature esterne alle quali il motore sarà sottoposto.

    Come regola di massima: più basso è il dato di viscosità a freddo (W), più l’olio motore sarà adatto per un utilizzo con climi particolarmente freddi; più alto sarà il numero della viscosità a caldo, più l’olio sarà adatto per un utilizzo estivo con temperature elevate.

    Tra i punti da tener presenti vi è sempre quello di adottare un lubrificante di qualità, capace di far funzionare bene e a lungo il propulsore e il motore evitando inoltre spiacevoli guasti, costosi poi da riparare.

    Il cambio dell’olio viene effettuato dall’automobilista lasciando libera scelta all’officina o anche in autonomia nel proprio garage, acquistando però l’olio da un rivenditore.

    E’ importante in entrambi i casi avere le idee chiare, utilizzando o consigliando sempre un prodotto affidabile. Per questo è possibile consultare siti on line o i propri rivenditori di fiducia.

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie