13.7 C
Napoli
giovedì, 22 Febbraio 2024
  • ANFIA: in rialzo il mercato autocarri e autobus 2023

    Il mercato autocarri in Italia, ha un’età media di 19 anni. 

    Secondo l’ANFIA occorre intervenire con misure che ne supportino il rinnovo, tra cui la messa in esercizio dei 25 milioni per l’acquisto di veicoli per l’autotrasporto stanziati per il 2023. 

    Nel mese di aprirle 2023, sono stati rilasciati 1.980 libretti di circolazione di nuovi autocarri, per una crescita del 4.8% rispetto ad aprile 2022 e 1.138 libretti di circolazione di nuovi rimorchi e semirimorchi pesanti, quelli in pratica con un ptt superiore a 3.500 kg. 

    Nei primi quattro mesi del 2023 si contano 9.345 libretti di circolazione di nuovi autocarri. 

    Nel quadrimestre del 2023 il mercato autocarri cresce in tutte le aree geografiche del paese, con un +14.3% a Nord-Ovest, un +8.6% a Nord-Est, un +5.1% al SUD e Isole e un +3.8% al Centro. 

    Luca Sra, Delegato ANFIA per il trasporto merci ha dichiarato: “Nel mese di aprile si riconferma un andamento positivo nel mercato degli autocarri, come già registrato precedentemente e pur a dispetto delle perduranti incertezze economiche globali. Tuttavia, le rilevazioni complessive sul parco circolante restituiscono una fotografia dell’età mediana di questo segmento che si attesta sui 19 anni.
    A fronte di tale dato, si ritiene in primo luogo necessario intervenire tempestivamente con misure che supportino il rinnovo del parco, tra cui la messa in esercizio dei 25 milioni per l’acquisto di veicoli per l’autotrasporto stanziati per il 2023 dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e, soprattutto, la riattivazione del credito d’imposta sugli acquisti di beni strumentali tradizionali, strumento fondamentale che auspichiamo venga reintrodotto il prima possibile.
    In una prospettiva di medio termine e in considerazione degli importanti impegni di decarbonizzazione che tutto il comparto è chiamato a sostenere, si rinnova inoltre l’invito a valutare l’istituzione di un fondo pluriennale per l’autotrasporto, caratterizzato da stanziamenti adeguati a supportare l’acquisto e il noleggio a lungo termine di veicoli a zero emissioni. Al supporto diretto alla domanda, inoltre, dovrebbe affiancarsi l’impegno per la celere realizzazione delle infrastrutture necessarie all’operatività delle nuove tecnologie di propulsione, come ad esempio le stazioni per il rifornimento a idrogeno previste dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza
    ”. 

     

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie